20 febbraio 2020
Aggiornato 23:24
Calcio | Roma

Zeman: Su De Rossi si distorcono le mie parole

La sfida contro la Fiorentina dovrebbe essere l'argomento principale della conferenza della vigilia di Zdenek Zeman, e invece ancora una volta tiene banco il caso legato a Daniele De Rossi. Il tecnico della Roma stavolta appare stizzito: «C'è stata disinformazione»

ROMA - La sfida contro la Fiorentina dovrebbe essere l'argomento principale della conferenza della vigilia di Zdenek Zeman, e invece ancora una volta tiene banco il caso legato a Daniele De Rossi. Il tecnico della Roma stavolta appare stizzito: «C'è stata disinformazione. Si fa disinformazione quando dalle interviste si tolgono le mie parole, si aggiungono o si correggono: non c'è da scherzare su questo argomento. Ripeto il concetto: per me De Rossi è un giocatore importante e spero che ci servirà».

L'allenatore boemo parla anche di una possibile cessione del centrocampista a gennaio: «Non so quale sia la quotazione di mercato, so che per me è un giocatore importante. Io leggo i giornali e dico che difficilmente si trovano dieci squadre che lo vogliono acquistare sia per problemi economici generali che per l'età del giocatore. Non ho parlato con De Rossi e non ho parlato con la società semplicemente perché per me non è successo nulla».

Inevitabile che di fronte al caso De Rossi la gara contro i viola passi in secondo piano: «La Fiorentina è una squadra che gioca bene, anche il Catania di Montella giocava lo stesso calcio anche se con altri interpreti». Con i toscani è sfida da Champions, ma Zeman minimizza: «Se si vince si migliora la classifica - le parole del tecnico - e si prende più convinzione; se si perde si deve lavorare di più e meglio. Tutte le partite sono importanti, non importa vincere col Pescara o con la Juve, sono sempre tre punti».