14 ottobre 2019
Aggiornato 07:00

De Laurentiis: Prenderei Jovetic, ma poi chi caccio?

Il Presidente del Napoli: Abbiamo investito 17 milioni finora per Pandev, Gamberini e Behrami. Non mi costerebbe nulla staccare un assegno di 30 milioni per Jovetic, ma poi chi caccio?

NAPOLI - «Quest'anno non abbiamo la Champions League, quindi puntiamo tutto sul campionato, per questo ho voluto giocatori pronti per la Serie A». Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, dice la sua in occasione della presentazione ufficiale dei due nuovi acquisti partenopei, Behrami e Gamberini, arrivati dalla Fiorentina: «Hanno già una discreta esperienza, sono due acquisti giusti e ragionati».

POTREI ACQUISTARE UN NUOVO CLUB - Il patron degli azzurri spazia anche sul campo economico, parlando della possibilità di investire per acquistare un nuovo club: «Ne parlai con Pierpaolo Marino nel 2005, più precisamente di rilevare un club in Scozia, e forse a qualcuno è rimasto in mente... - dice De Laurentiis -. Il fatto che volessi più squadre in giro per il mondo lo dico da 4-5 anni, e non è detto che non lo faccia. Dove? Ho studiato quattro anni fa il mercato americano: Philadelphia, San Diego, Miami, New York, ma bisogna andare dove il calcio è vivo e vivace, quindi in Europa o in Sudamerica, questi sono i due continenti da considerare».

INVESTI 17 MILIONI - De Laurentiis poi torna a parlare di mercato, facendo il punto sull'operato dei partenopei nella campagna acquisti: «Abbiamo investito 17 milioni finora per Pandev, Gamberini e Behrami. Non mi costerebbe nulla staccare un assegno di 30 milioni per Jovetic, ma poi chi caccio? - dice il presidente del Napoli, che poi continua su Insigne -. Me l'ha chiesto mezzo mondo, ma il suo posto dopo Pescara è qui a Napoli. L'Europa League? E' una gaffe di Platini, però non giocarla non sarebbe capito dai tifosi. Quindi allestiremo due squadre, una per L'Europa League e l'altra per il campionato».