28 settembre 2022
Aggiornato 21:00
Formula 1 | Scuderia Ferrari

Domenicali: Il 3 febbraio la nuova Ferrari

Il team principal della Rossa di Maranello: Abbiamo ingaggiato Hiro Ide Hamashima, ingegnere con passato alla Bridgestone. Massa? E' atteso al riscatto, e lui sa quanto questa stagione sia importante per lui

MILANO - Anno nuovo, Ferrari nuova. Il 3 febbraio a Fiorano (Modena) sarà presentata la monoposto che debutterà nella prossima stagione. L'annuncio arriva dalle nevi di Madonna di Campiglio: «Speriamo di poter fare il primo giro lo stesso giorno 3 o il 4 sulla pista di Fiorano - ha dichiarato il team principal Stefano Domenicali -. Il primo test sarà comunque fatto il 7 febbraio a Jerez De La Frontera, in Spagna. Stiamo tutti lavorando duramente sulla nuova vettura. Ho chiesto ai tecnici di esplorare a fondo tutte le pieghe del regolamento per utilizzare dei concetti rivoluzionari».

Tra le novità l'ingaggio di Hiro Ide Hamashima, ingegnere con un passato nella Bridgestone. A lui la responsabilità dello sviluppo degli pneumatici, in collaborazione con la Pirelli, per cercare di colmare il problema della passata stagione quando la macchina aveva difficoltà a mandare in temperatura le gomme e a sfruttare tutti i tipi di mescola. Nuovo arrivo anche tra gli ingegneri di pista: Steve Clark, con Marco Fainello alla simulazione e gestione veicoli della produzione industriale.

Massa è atteso al riscatto - Un commento anche a proposito di Felipe Massa che dovrà dimostrare di essere competitivo: «E' atteso al riscatto, e lui sa quanto questa stagione sia importante per lui». Su Alonso invece Domenicali non ha dubbi: «Difficile potergli chiedere di più di quanto sta facendo: con la vettura che aveva l'anno scorso ha ottenuto risultati strepitosi. E' il miglior pilota del mondo».