18 gennaio 2020
Aggiornato 09:00
L'argentino è sempre più vicino ai rossoneri

Galliani: Tevez vuole il Milan, metà dell'accordo è fatto

«L'ho convinto a rinunciare ad una montagna di soldi», racconta ai microfoni di Milan Channel riferendosi all'ingaggio che l'argentino percepisce nel club inglese. Duro il tecnico del City Roberto Mancini: Tevez? E' stato uno stupido

MILANO - Carlos Tevez è sempre più vicino al Milan. Adriano Galliani, che per la prima volta ha rinunciato ad una trasferta di Champions League, ha raggiunto l'accordo economico con il giocatore del Manchester City. E' lo stesso amministratore delegato a rivelare i dettagli della vicenda: «L'ho convinto a rinunciare ad una montagna di soldi», racconta ai microfoni di Milan Channel riferendosi all'ingaggio che l'argentino percepisce nel club inglese.
«C'è l'accordo con il calciatore e poco fa abbiamo mandato una mail con una proposta al City: prestito gratuito con diritto di riscatto a certe condizioni - prosegue soddisfatto l'ad -. Ieri e oggi ho messo qualche mattoncino per rafforzare una squadra che credo sia già formidabile».

L'Apache dunque accetta di ridursi lo stipendio pur di indossare la maglia rossonera: «Aveva dei premi enormi con il City per Premier e Champions - precisa Galliani -. Non sta giocando, è un grande giocatore e se dovesse far bene da noi andremmo a riscattarlo. Tevez vuole venire da noi, metà dell'accordo è fatto, adesso aspetteremo la risposta del City. Berlusconi mi ha dato l'ok, dimostrando ancora una volta di amare tantissimo i colori rossoneri».

Ora c'è attesa sulla risposta del City: «Spero che il City dica di sì, ho sventato qualche minaccia tra Italia e Europa, non posso dirvi chi... Ma siamo in pole position - spiega l'ad -. E' un giocatore di valore assoluto, l'idea è quella di portarlo a Dubai come fatto negli anni scorsi con Beckham e Cassano».

Mancini: Tevez è stato uno stupido - Nei giorni più caldi dell'affare Tevez-Milan, Roberto Mancini è tornato a parlare del suo (ormai ex) giocatore. Il boss dei Citizens decide di raccontare il suo punto di vista su questa tormentata vicenda, giunta probabilmente al capolinea: «Il rifiuto di Carlos di entrare in campo durante la sfida con il Bayern Monaco è una cosa che non avevo mai visto prima, specialmente a 40 minuti dalla fine della partita», afferma il tecnico jesino.
«Il comportamento di Tevez è stato da stupido - prosegue Mancini -. Un atteggiamento che nessun calciatore dovrebbe mai tenere, a maggior ragione un fuoriclasse come il sudamericano». Mancini rivela i retroscena del dopo Monaco, il tentativo di riconciliazione rispedito al mittente dal Machado: «Dieci giorni dopo i fatti della Baviera, ho invitato Carlos a casa mia per un chiarimento. Gli ho chiesto - dichiara - di chiedere scusa a me, al club, e alla squadra, promettendogli un immediato reintegro. Io lo avrei perdonato - ammette l'ex allenatore dell'Inter - ma lui mi rispose che non doveva chiedere scusa a nessuno».
L'approdo dell'argentino al Milan pare in dirittura d'arrivo, come confermano i bookmaker esteri, che quotano un arrivo nella Milano rossonera a 1,80.