12 luglio 2020
Aggiornato 01:00
Proposta shock dalla Spagna

Il Real regala Kakà al Milan?

Secondo El Mundo Deportivo, Perez sarebbe pronto a «regalare» il brasiliano ai rossoneri. Sabatini: «Pizarro non si muove da Roma». Lamela ai giallorossi per 12 milioni

MADRID - Adriano Galliani smentisce, ma il ritorno di Kakà al Milan è un'ipotesi che sta prendendo quota. Secondo El Mundo Deportivo, Florentino Perez sarebbe pronto a «regalare» il brasiliano ai rossoneri. «Kakà sta diventando un problema per il Real Madrid - scrive il quotidiano spagnolo -. José Mourinho non lo vuole perché il suo rendimento non è soddisfacente e il club ha già riconosciuto, anche se non pubblicamente, che il suo investimento è stato un fallimento. L'unico obiettivo è quello di sbarazzarsi dell'ex milanista il più presto possibile e cercare di venderlo, il che sarebbe una buona mossa sia per il club, sia per il giocatore».

Il quotidiano spagnolo prosegue descrivendo il colloquio avvenuto tra Galliani e Perez. «Il presidente del Real Madrid ha cenato giovedì sera a Pechino con l'ad rossonero - precisa El Mundo Deportivo - con cui mantiene una buona amicizia e al quale avrebbe chiesto senza mezzi termini di riprendersi Kakà. Per il cartellino Perez si accontenterebbe di una cifra simbolica. Il Milan, invece, si farebbe carico dell'ingaggio del giocatore, circa 11 milioni di euro: quest'aspetto, però, al momento è considerato problematico da entrambi i club».

Kakà di recente ha specificato che il suo desiderio sarebbe quello di rimanere a Madrid ma, viste le sue deludenti stagioni con la camiseta blanca, rischia di restare un corpo estraneo, lontano dal giocatore ammirato negli anni milanisti.

Sabatini: Pizarro non si muove da Roma - David Pizarro non si muoverà da Roma. Così assicura il direttore sportivo dei giallorossi, Walter Sabatini, intervenuto oggi durante la presentazione a Trigoria di Maarten Stekelenburg. «Qualcuno ha scritto che la Roma avrebbe offerto a Pizarro il cartellino - dichiara Sabatini -. Noi non abbiamo mai fatto questa proposta. Pizarro è orgogliosamente un nostro calciatore e ritengo che rimarrà tale». E sulle condizioni fisiche non ottimali di Juan precisa: «Sono state dette cose non esatte».
Il problema del centrocampista è legato alla sua collocazione in campo: il cileno è chiuso da De Rossi e Perrotta, ma ha dichiarato in più frangenti che non vuole lasciare la Roma.

Lamela alla Roma per 12 milioni - Dopo tanti rinvii è arrivata l'ufficialità: Erik Lamela è della Roma. Lo ha annunciato la stessa società capitolina sul suo sito ufficiale. «L'A.S. Roma S.p.A. - si legge nel comunicato - rende noto di aver sottoscritto il contratto con Club Atletico River Plate, per l'acquisizione a titolo definitivo dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Erik Manuel Lamela». Il fantasista argentino è stato acquistato per 12 milioni, più i bonus legati alle prestazioni sportive. Nella stessa nota si specifica che «con il calciatore è stato sottoscritto un contratto di prestazione sportiva di durata quinquennale».
Lamela approda alla Roma dopo essere stato a lungo corteggiato dai giallorossi. Il 20enne è considerato uno dei giocatori più promettenti del Sudamerica e nell'ultimo campionato con il River Plate ha totalizzato 34 presenze e 4 reti.

La Roma ha rotto gli indugi. E’ volata da Nilmar. Ok, Nilmar mancava perché era impegnato in Inghilterra nell’amichevole contro l’Everton, partita che peraltro ha vissuto solo da spettatore. La Roma ci sta (ri)provando. Alla riunione di giovedì, in Spagna, hanno partecipato il procuratore Orlando da Hora e il determinato presidente del Villarreal, Fernando Roig. La Roma era rappresentata da due uomini di fiducia, uno dei quali è esperto di calcio brasiliano. La trattativa è molto difficile ma possibile. Nel senso che per la prima volta il Villarreal non nominato la clausola rescissoria da 50 milioni ma ha fatto una richiesta: 24 milioni.

Persa la Supercoppa, da oggi l'Inter si butta sul mercato. Nonostante le smentite del direttore tecnico Branca e dei dirigenti del Manchester City, Sneijder è pronto a trasferirsi in Inghilterra. Il club nerazzurro dovrebbe ricavare dall'operazione 36 milioni di euro, cifra importante da reinvestire sul mercato. I primi obiettivi sono i genoani Kucka e Palacio (possibile scambio con Pandev). Una volta venduti i giocatori in esubero («soltanto tre» secondo Branca, ovvero Muntari, Mariga e Rivas), i nerazzurri potranno completare la rosa con un extracomunitario: in pole il centrocampista Casemiro, ma piace anche l'attaccante Lucas, altro astro nascente del calcio verdeoro. E se Eto'o dovesse cedere alle lusinghe russe, all'Inter potrebbe arrivare anche l'argentino Tevez per ora ancora al City.