22 gennaio 2020
Aggiornato 23:30
Calciomercato

Bojan: Grazie Barca, ma la Roma mi ha conquistato

L'attaccante spagnolo: «Ho voglia di continuare a dimostrare quello che posso fare»

BARCELLONA - «Non è una situazione facile per me, è agrodolce, ma ho grande voglia di cominciare una nuova tappa della mia carriera». Bojan Krkic, nuovo attaccante della Roma, si congeda dal Barcellona, dov'è cresciuto partendo dal settore giovanile. Un addio sofferto, dato il legame col club catalano, dove detiene il record di più giovane debuttante in Champions (17 anni e 22 giorni), ma anche di goleador più precoce nella storia dei blaugrana (17 anni, 1 mese e 22 giorni). Ma per lui, con l'arrivo del Nino Maravilla Sanchez, lo spazio si è ristretto, e da qui la decisione di accettare l'offerta della Roma.

«Ho voglia di continuare a dimostrare quello che posso fare - ha spiegato Bojan - Da piccolo volevo trionfare nel Barcellona, ma ora sono molto contento perché un'altra squadra mi dà un'occasione. Il mio obiettivo è essere felice giocando a calcio. Come tutti sapete, negli ultimi anni non ho avuto molta continuità per dimostrare quello che posso fare». L'attaccante ha ringraziato tutti gli ex compagni, indicando in Puyol e Xavi dei veri e propri punti di riferimento. «Guardiola? - prosegue Bojan - Come giocatore ci sono cose che non mi trovano d'accordo con lui, ma è il miglior tecnico che possa avere il Barcellona».

Poi il giovane spagnolo ringrazia il suo nuovo allenatore, quel Luis Enrique che lo ha voluto a tutti i costi come parte fondamentale del nuovo progetto che coinvolgerà la Roma: «Evidentemente la presenza di Luis Enrique è stata molto importante per la mia decisione, mi ha dimostrato grande affetto, grande riconoscenza, gli sono molto grato. Con l'interesse che mi ha mostrato nell'ultimo mese, la Roma ha già conquistato un pezzetto del mio cuore. Tornare un giorno al Barcellona? Tutto può succedere», ma intanto oggi è un giorno di saluti: «Lunga vita al Barúa, lunga vita alla Roma».