29 luglio 2021
Aggiornato 16:30
Serie A

Montella: Contro la Fiorentina rivoglio la Roma del derby

L'allenatore dei giallorossi: «Stesse motivazioni e spirito agonistico». La Roma è sesta in classifica a -2 dalla Lazio e a -4 dall'Udinese

ROMA - Vincenzo Montella vorrebbe rivedere domani in casa della Fiorentina «le motivazioni e lo spirito agonistico» che la sua Roma ha messo in campo domenica scorsa nel debry vinto 2-0 contro la Lazio. «E' compito dell'allenatore cercare di ricreare nello spirito dei giocatori quelle medesime condizioni e sono convinto che in quel caso possiamo giocare una grande partita», ha detto oggi il tecnico giallorosso alla vigilia della sfida valida per la trentesima giornata del campionato di Serie A. «Sarà una partita delicata, la più importante da quando sono su questa panchina, più del derby. La Fiorentina ultimamente ha recuperato giocatori importanti ed assunto una sua precisa fisionomia ed identità. In più il loro allenatore Sinisa Mihajlovic è una persona di grande temperamento e riesce a trasmetterlo alla squadra».

La Roma è sesta in classifica a -2 dalla Lazio e a -4 dall'Udinese, mentre la Fiorentina è ottava a -2 dalla Juve e a -9 dai giallorossi, che occupano al momento l'ultimo posto utile per l'Europa League. «Edy Reja ha detto che la Roma è stata aiutata? Non è un mio problema, io guardo sempre avanti alla partita che arriva», ha detto Montella. Che avrà qualche problema di formazione, visto che la presenza di David Pizarro e Daniele De Rossi è in dubbio. «Possibile vedere Matteo Brighi titolare? Sì, ma non dico altro per non dare vantaggi agli avversari. Pizarro oggi non si è allenato, ieri solo parzialmente. Aspettiamo domani e poi decidiamo. De Rossi? Non sta bene, ha un problema al tendine».

A proposito del centrocampista romano, squalificato dalla Uefa per 3 giornate dopo la gomitata a Darijo Srna dello Shakhtar Donetsk nel match perso la scorsa settimana 3-0 in Ucraina (e costato ai giallorossi l'eliminazione agli ottavi di finale di Champions League, sommato al 2-3 dell'Olimpico), domani, secondo le anticipazioni, sarà lasciato fuori dal ct Cesare Prandelli dalle convocazioni per i due match che l'Italia giocherà il 25 marzo in Slovenia (per le qualificazioni di Euro 2012) e il 29 in Ucraina (amichevole). «Egoisticamente, per me è meglio così», ha sorriso Montella. «De Rossi ha bisogno di riposare per mettersi alle spalle questo problema. La gomitata? Un brutto gesto che è stato giustamente punito. Ma non credo sia un fatto di maleducazione dei nostri giocatori, queste cose accadono anche altrove, solo che ovviamente quando ci riguardano assumono maggiore risonanza».