14 luglio 2024
Aggiornato 04:00
Moto GP

Indianapolis, Spies in pole. Rossi cade e parte settimo

Lo statunitense in prima fila con Lorenzo e Hayden. Valentino scivola sull'asfalto, senza conseguenze, a pochi minuti dal termine delle qualifiche

INDIANAPOLIS - Lo statunitense Ben Spies su Yamaha ha ottenuto la pole position per il Gran Premio di Indianapolis classe MotoGp. Spies nelle qualifiche odierne ha girato in 1'40:15 e domani aprirà la prima fila davanti al compagno di marca spagnolo Jorge Lorenzo e al connazionale ducatista Nicky Hayden. Valentino Rossi, caduto apparentemente senza conseguenze a cinque minuti dalla bandiera a scacchi, ha ottenuto il settimo tempo e scatterà dalla terza fila su Yamaha.

SPIES - «E’ fantastico centrare la mia prima pole in MotoGP davanti al mio pubblico qui a Indianapolis. Sono molto felice, a Brno ci ero andato vicino, ma qui sono stato in condizione di ottenere un buon tempo sul giro senza particolari problemi, la moto è davvero competitiva e sto facendo il possibile per regalare alla squadra un bel risultato. Sono già concentrato in vista della gara, sarà necessario partir bene e dovrò dare tutto me stesso perché ci sono molti piloti veloci e con lo stesso passo gara. Io farò del mio meglio perché la squadra ed il pubblico americano si merita un risultato positivo».

LORENZO - «E’ stata una sessione molto difficile perché faceva molto caldo e la pista era molto scivolosa e sconnessa, per cui era difficile prevedere cosa aspettarsi! Per fortuna siamo riusciti a fare un buon giro e sono contento del secondo posto. Il giro di Ben è stato fantastico, mi congratulo con lui. Una buona partenza sarà molto importante domani, perché ci sono molti piloti veloci alle mie spalle e penso che sarà una battaglia dura per tutti. La nostra messa a punto è buona e siamo contenti della scelta delle gomme, dunque proveremo a fare del nostro meglio e vedere cosa possiamo tirare fuori da Indy».

DOVIZIOSO - «Sono felice di questo risultato anche perché abbiamo un buon passo gara. Per domani sono fiducioso, ma sarà necessario partir bene e stare lì nel gruppo di testa. Sicuramente Spies e Hayden avranno qualche motivazione in più e saranno molto veloci, ma adesso è Pedrosa ad avere il passo migliore di circa 2-3 decimi di secondo. Penso che la gara sarà dura perché non c’è grip, noi utilizzeremo gomme di mescola dura anche perché non ci sono dubbi con questo caldo e con queste condizioni della pista. Devo dir grazie alla squadra perché siamo riusciti a migliorare la stabilità della moto in ingresso curva e anche nella gestione dell’elettronica per il controllo della trazione… sono fiducioso».

ROSSI - «Oggi abbiamo lavorato duro per cercare di recuperare la confidenza che abbiamo perso e abbiamo fatto qualche miglioramento. Purtroppo sono caduto nel peggior momento della sessione, con la gomma morbida, dopo aver fatto alcuni giri veloci ma non abbastanza tempo per provarci di nuovo. Poteva andare peggio perché ho pensato che sarei finito molto più indietro del settimo tempo, così possiamo essere felici di come è andata. Questa pista è molto sconnessa e credo che qualcosa deve essere fatto per migliorarla. Non so quando è stata l’ultima volta che sono caduto due volte in una giornata, ma è stato di sicuro molti anni fa, negli anni ‘90 forse! Per fortuna io sono a posto, non mi sono fatto male e questa è la cosa più importante. Penso che domani sarà una giornata molto interessante, perché io, Pedrosa e Stoner siamo tutti dietro la prima fila, il che è insolito. Potrebbe essere divertente!».