27 gennaio 2022
Aggiornato 22:00
Calciomercato

Neymar resta al Santos, ha firmato quinquennale

Respinta l'offerta del Chelsea per il diciottenne attaccante brasiliano, considerato la stella del futuro

RIO DE JANEIRO - Niente Chelsea, Neymar resta al Santos. Si è conclusa con la firma su un nuovo contratto quinquennale da quasi un milione di dollari a stagione la telenovela intorno al futuro del diciottenne attaccante brasiliano, considerato unanimemente in Brasile la stella del futuro.

Per averlo il Chelsea aveva offerto 20 milioni di euro. Per convincere Neymar a restare in Brasile si erano mossi addirittura il ministro dello sport brasiliano Orlando Silva e Pelé, che, come noto, in carriera aveva vestito solo la maglia del Santos. A spingere il giovane talento a restare a casa anche il nuovo ct della Selecao, Mario Menezes: tutti ritenevano infatti troppo rischioso, vista la giovanissime età del giocatore, il trasferimento in un calcio completamente diverso come quello che si gioca in Premier League. «Alla fine un giocatore decide da solo, mio papà ha sempre desiderato il meglio per me ed ho preso questa decisione: i soldi da soli non portano la felicità», ha detto Neymar. «Io sono felice qui al Santos e per questo ho deciso di restare».

Polemiche per l'esclusione dai mondiali - Lo scorso 10 agosto Neymar aveva esordito in nazionale segnando anche un gol nella vittoriosa amichevole (2-0) contro gli Stati Uniti. L'ex ct Carlos Dunga lo aveva tenuto fuori dalla rosa dei 23 giocatori portati al Mondiale sudafricano, attirandosi le durissime critiche dei giornalisti e dei tifosi. «Se nel 1958 ci fossi stato tu, Pelé non avrebbe giocato in nazionale», disse un giornalista a Dunga il giorno delle convocazioni.