19 ottobre 2018
Aggiornato 02:30

Agopuntura, i 5 benefici che non ti aspetti

Spegne l’infiammazione, riduce dolore ed emicrania. ╚ un ottimo ansiolitico e la tecnica non presenta effetti collaterali
http://rrr.sz.xlcdn.com/?account=diariodelweb&file=salute%2F20160122_salute_benefici_agopuntura.mp4&type=streaming&service=wowza&output=smil

L’agopuntura è una tecnica millenaria nata nei Paesi asiatici. Negli ultimi anni sta tornando alla ribalta, specie in Occidente, a causa di importanti ricerche scientifiche che ne confermano validità, benefici e sicurezza. Il dottor Maurizio Lombardi, medico agopuntore e omotossicologo a Torino, spiega a Diario Salute TV tutti gli effetti più rilevanti derivanti dalla sapiente infissione di aghi.

Un antinfiammatorio privo di effetti collaterali
«Recenti ricerche – spiega il dottor Lombardi ─ dimostrano la sua efficacia nei confronti delle infiammazioni. Sul processo infiammatorio, l’agopuntura smuove l’edema e induce la secrezione di preziose sostanze che attivano la chemiotassi e  «spengono» il processo infiammatorio».

Ottima contro le emicranie di origine vascolare
L’agopuntura svolge anche azione decontratturante sulla muscolatura striata e «un’azione spasmolitica sulla muscolatura liscia – continua Lombardi – Un’altra azione dimostrata è l’effetto vaso modulatore della terapia. Questa agisce sulle emicranie vascolari, mantenendo costante il calibro del vaso ed evitando vasocostrizioni e vasodilatazioni, dando l’effetto di un farmaco di profilassi per le emicranie croniche di origine vascolare».

Un ansiolitico naturale
L’agopuntura è una terapia valida anche nei soggetti affetti da ansia e depressione. «Si parla di effetto benzodiazepine-like, ovvero simile a quello ottenuto dai farmaci a base di benzodiazepine. Si è visto che l’agopuntura stimola la produzione sia di beta-encefaline che beta-endorfine e riduce la produzione di adrenalina». In questo modo si ottiene un eccellente effetto ansiolitico naturale senza l’utilizzo di alcun farmaco.

Migliora l’umore e spegne l’insonnia
Se si è tra quelle persone che passano dalla felicità alla tristezza in tempi brevissimi, probabilmente l’agopuntura può essere d’aiuto. «L’agopuntura stimola la produzione di una sostanza chiamata serotonina, che serve a modulare l’umore evitando che ci siano forti sbalzi da un momento all’altro. Questo consente anche di svolgere un’azione antidepressiva attiva, però, solo sulle depressioni minori». L’infissione degli aghi lavora anche sui ritmi circadiani migliorando la qualità del sonno.

Riduce il dolore
Infine, l’agopuntura è conosciuta da tempo per la sua azione antidolorifica. «Riduce la sensazione del dolore favorendo la produzione di beta endorfine e beta encefaline, di conseguenza, alza la soia della percezione del dolore», conclude il dottor Maurizio Lombardi.