22 marzo 2019
Aggiornato 19:30

Donna ha vissuto per 30 anni con gli aghi da agopuntura nella spina dorsale

Una donna ha tenuto gli aghi da agopuntura nella colonna vertebrale per 30 anni. Nonostante ciò, gode di ottima salute

Donna vive 30 anni con gli aghi da agopuntura
Donna vive 30 anni con gli aghi da agopuntura Shutterstock

Un caso che ha tutto l’aspetto di una «bufala» ma che notizia falsa non è, considerando che è stata appena pubblicata sul prestigioso British Medical Journal Case Reports. Una donna che oggi ha ben 94 anni e che sembra godere di buona salute nonostante l’età, sembra aver tenuto sotto la sua pelle diversi aghi da agopuntura per ben trent’anni. Pare che sia rimasta ignara della vicenda fino a che non si sia dovuta recare al pronto soccorso a causa di una caduta accidentale. Ecco i dettagli dell’incredibile vicenda.

30 anni con gli aghi da agopuntura

Una donna residente in Canada ma di origine coreana, dopo essere caduta accidentalmente è stata inviata all’ospedale universitario di Toronto per una cura. Al momento della diagnosi, tuttavia, è emerso un fatto alquanto strano: i raggi x evidenziavano la presenza di aghi nella colonna vertebrale. Per lo meno questo è quanto riportato recentemente sul BMJ Case reports. Pare che la donna avesse ancora conficcati alcuni aghi da agopuntura, infissi ben 30 anni prima. Secondo la letteratura medica questa è considerata la permanenza più lunga nel corpo umano mai registrata.

Il caso riportato sul BMJ Case Reports
Il caso riportato sul BMJ Case Reports (Screenshot da BMJ)

Dolore alla schiena da aghi da agopuntura?

Pare che a un’analisi approfondita la 94enne avesse anche un’infezione urinaria e dolori alla schiena difficili da localizzare. Inoltre, sia i muscoli intorno alla colonna che quelli vicino all’anca erano pressochè insensibili a tatto. Non riuscendo bene a comprendere l’origine dell’anomalia – e per escludere eventuali fratture - i medici avevano richiesto radiografie della spinale, delle anche e del torace. E sono state proprio le immagini a mostrare dei filamenti anomali. Filamenti che, dopo un’attenta osservazione, sono risultati essere dei vecchi aghi da agopuntura.

Gli aghi, per 30 anni, in tutta la colonna vertebrale

I raggi X hanno mostrato qualcosa di inquietante: gli aghi da agopuntura erano inseriti nei muscoli della colonna vertebrale iniziano dalla nuca fino alla parte bassa della schiena. Come erano finiti lì dentro? Stando al racconto della donna, ben 30 anni prima, è stata sottoposta alla tecnica Hari. Si stratta di una disciplina tipica del Giappone e della Corea. A differenza dell’agopuntura tradizionale, gli aghi vengono lasciati deliberatamente nel tessuto sottocutaneo (per un periodo di tempo da definire) allo scopo di dare sollievo al dolore in maniera continuativa. Gli aghi che si utilizzano, generalmente, non sono monouso ma sono quelli in oro o argento.

Quali conseguenze?

Inaspettatamente, la donna non ha avuto alcuna conseguenza in termini di salute. Anzi, nonostante l’età, sembra non aver mai sofferto di malanni particolari. «Fortunatamente la paziente non ha subito alcuna conseguenza», hanno concluso gli esperti che hanno redatto l’articolo per il BMJ Case Reports. Le foto e i dettagli sono disponibili a questo indirizzo.