19 giugno 2021
Aggiornato 13:00
Capelli

Calvizie? I rimedi più efficaci

La calvizie è una problematica molto comune, soprattutto tra gli uomini, che si caratterizza per la perdita dei capelli o da un loro diradamento parziale

Calvizie
Calvizie Pixabay

La calvizie è una problematica molto comune, soprattutto tra gli uomini, che si caratterizza per la perdita dei capelli o da un loro diradamento parziale. Esistono varie forme di calvizie: alcune interessano i capelli e i peli, altre solo i capelli. Quando la calvizie è importante prende il nome di alopecia. L’alopecia quindi può interessare i soli capelli o anche i peli del corpo e della barba.

Le cause della calvizie possono essere molteplici, a partire dalla familiarità, ossia da una predisposizione genetica che induce una ipersensibilità agli ormoni maschili e pertanto è denominata alopecia androgenetica. Altre cause possono indurre la perdita di capelli e peli, di solito in modo transitorio, come ad esempio l'uso di alcuni farmaci, subito dopo la chemioterapia, un forte shock psicologico o lo stress, una febbre molto intensa, una malattia autoimmune che interferisce con i bulbi piliferi, durante la gravidanza o dopo il parto, carenze nutrizionali e di ferro.

I primi sintomi di calvizie possono presentarsi già in adolescenza, durante la fase iniziale della pubertà, ma solitamente si verificano con maggiore ampiezza nell'età adulta. Si manifestano dopo i lavaggi o durante l'asciugatura e pettinatura dei capelli. Il diradamento, più o meno rapido, dei capelli consiste in un arretramento costante della linea dell'attaccatura dei capelli, solitamente negli uomini dalle tempie, o nella perdita localizzata in alcune regioni del cuoio capelluto. Indipendentemente dalla perdita, i capelli possono presentarsi deboli o più sottili.

I rimedi

Uno dei rimedi più efficaci per combattere la calvizie è l’autotrapianto di capelli. Come possiamo vedere sul sito www.trapiantocapelliistanbul.it, la tecnica migliore per l’autotrapianto di capelli è la FUE. Il metodo FUE consiste nell’estrazione individuale dei follicoli per la realizzazione del microtrapianto di capelli, ottenuta mediante la ridistribuzione sistematica dei follicoli tramite l’impianto di piccoli inserti di cuoio capelluto contenenti le cosiddette «unità follicolari». I capelli con i propri bulbi vengono selezionati e raccolti con grande attenzione dalla parte posteriore e laterale della testa, evitando così qualsiasi rischio di rigetto e garantendo una ricrescita continua nelle zone dove verranno impiantati, questi capelli sono geneticamente predisposti a non cadere. È importante notare che non rimarrà alcuna cicatrice.

L’estrazione è effettuata con una precisione estrema: viene asportato il singolo bulbo con il deposito di adipe (cuscinetto) a contorno, con una tecnica simile a quella dei carotaggi. Dopo che i follicoli sono stati accuratamente selezionati e depurati, vengono impiantati singolarmente nella zona ricevente da infoltire, per mezzo di piccolissimi aghi.

L’abilità del chirurgo sta nel ricostruire, in maniera quanto più naturale possibile, la direzione di crescita dei capelli, cercando di ricreare una zona armonica. Questo permette non solo un risultato estetico pregevole, naturale, ma anche una corretta pettinabilità. In una singola seduta di trapianto FUE, possono essere prelevate e reimpiantate dalle 500 alle oltre 3000 unità follicolari.