25 giugno 2019
Aggiornato 07:00
Genetica

Capelli rossi, svelato perché si nasce così

Scienziati svelano il mistero del nascere con i capelli rossi

Capelli rossi
Capelli rossi ( Shutterstock )

Fulvochiomati di tutto il mondo, vi siete mai chiesti perché siete nati con i capelli rossi? Probabilmente sì. Ma, di certo, non avete saputo darvi una risposta. Se così è, a darvela ci pensano gli scienziati dell’Università di Edimburgo nel Regno Unito.

Otto geni in combutta
Se fino a ieri si pensava che dietro ai capelli rossi vi fosse una variante in un gene, oggi sappiamo che sì, vi è certamente una componente genetica, ma a far in modo che si nasca con i capelli rossi sono non è l’azione di un singolo gene, ma sono ben 8 i geni coinvolti. Questo dunque quanto scoperto nel nuovo studio, appena pubblicato sulla rivista scientifica Nature Communications.

Lo studio
Il prof. Albert Tenesa e colleghi hanno analizzato il DNA di circa 350mila soggetti, depositato presso la Biobank UK. Dopo aver scoperto cosa in realtà si celava dietro al ‘mistero dei capelli rossi’, i ricercatori hanno sottolineato alla BBC che prima di questo studio si riteneva che il colore fulvo fosse dovuto all’azione del gene Mc1r. Un gene, questo, che si eredita in due versioni: quella di mamma e quella di papà. Solo che si è scoperto che, sebbene tutte le persone con i capelli rossi possiedano due copie della versione di Mc1r, non tutti nascono con i capelli di questo colore. Ovvero, c’è chi ha i capelli castani o biondi pur possedendo la doppia copia di Mc1r. Ma, allora, perché qualcuno ha i capelli rossi e qualcuno no?

Gli altri geni
Dopo la constatazione, come era prevedibile, i ricercatori hanno pensato che dietro ai capelli rossi vi fosse dunque dell’altro. E poiché stiamo parlando di genetica, qui dovevano esserci coinvolti anche altri geni. Così, con questa convinzione, Tenesa e colleghi hanno confrontato il DNA di soggetti con i capelli rossi con quello di soggetti con i capelli castani o neri. Da questa analisi è emerso che vi erano ben 8 differenze genetiche in precedenza sconosciute. Ma non solo. Alcuni di questi geni, infatti, pare siano anche in grado di controllare l’attivazione o lo spegnimento del gene Mc1r. Infine, le scoperte si sono susseguite, e i ricercatori sono riusciti a individuare 200 differenti mutazioni genetiche dietro al colore dei capelli e, in particolare, quelle responsabili di molte delle altre gradazioni di colore: dal castano scuro a quello chiaro, dal moro fino al biondo.
«Siamo molto soddisfatti di questo lavoro che ha svelato la maggior parte delle variazioni genetiche che contribuiscono alle differenze di colore dei capelli tra le persone», ha commentato alla BBC il prof. Albert Tenesa del Roslin Institute presso l’Università di Edimburgo.
«Siamo stati in grado di usare il potere di UK Biobank, un enorme e unico studio genetico su mezzo milione di persone in Gran Bretagna, che ci ha permesso di trovare questi effetti», conclude il prof Ian Jackson, dell’unità Medical Research Council di genetica umana. Lo studio è stato finanziato dal Medical Research Council e dal Biotechnology and Biological Sciences Research Council.

Riferimento: Nature Communications.