17 giugno 2019
Aggiornato 09:00
Malattie della pelle

Addio all'acne con la cannabis CBD. Dopo averle provate tutte una ragazza c’è riuscita

Un'acne che durava da ben otto anni è stata curata con l'aiuto dell'olio di cannabis. Protagonista una ragazza di 25 anni che, prima, le aveva provate tutte

Olio di cannabis o CBD
Olio di cannabis o CBD ( Shutterstock )

Un’acne insidiosa e diffusa che perdurava da ben otto anni. Questa la condizione che interessava e deturpava il viso di Emily McClarron, venticinquenne inglese, che le aveva provate di tutte per liberarsi dei brufoli che aveva su guance, fronte e mento. Solo che le tante cure dermatologiche, dagli antibiotici ai vari unguenti, gel e così via, non avevano mai sortito effetti degni di nota. Anzi, dato che le cure le avevano causato sensibilità, ogni volta si copriva di eruzioni cutanee e gonfiore diffuso. Poi ha scoperto l’olio di cannabidiolo o CBD e tutto è cambiato.

Faccia da pizza
L’acne di Emily e le cure che aveva provato le avevano trasformato la faccia in un campo di battaglia, pieno di pustole e brufoli rossi. Lei ricorda con dolore che le persone chiedevano cosa avesse la sua pelle che non andava, e qualcuno l’aveva definita ‘faccia da pizza’. La sua condizione, comparsa all’età di 17 anni, le ha provocato non pochi problemi, tra cui un drammatico effetto sulla sua salute mentale che le causava crisi di ansia, accompagnate da una sempre più bassa autostima. Lei racconta che sono stati anni terribili, che ha provato di tutto ma nulla sembrava funzionare. Cercava in tutti i modi di coprire quei brufoli, ma quando si guardava allo specchio vedeva solo quelli.

Il farmaco potente
Rivoltasi a uno specialista dermatologo, Emily si è vista prescrivere un farmaco chiamato Roaccutane. Lei però, dopo aver letto degli effetti collaterali che poteva provocare, ha preferito non usarlo. Poi ha deciso di cercare online soluzioni ‘alternative’ per il trattamento dell’acne. Dopo essersi imbattuta in rimedi a base di miele, curcuma, olio di jojoba, olio di enotera e olio essenziale di lavanda li ha provati. Tuttavia, anche se benefici, non ha ottenuto risultati definitivi e drastici. Alla fine, dopo aver scoperto le capsule di cannabis con olio di CBD, ha deciso di provare questa cura. Così ha iniziato ad assumere le compresse di CBD ogni giorno, insieme ai trattamenti casalinghi che ha trovato su Internet.

Più calma e meno stress
Uno degli effetti che subito ha notato Emily era che le capsule di CBD oil agivano sulla sua ansia e lo stress, che placavano. Poi, insieme agli altri rimedi, la sua pelle ha iniziato a mostrare segni di guarigione. L’acne si è ridotta giorno per giorno e oggi è migliorata del 99%, dice Emily. Anche se Emily avverte che secondo lei non è solo la cannabis che l’ha guarita dall’acne, ha tuttavia avuto un ruolo di primo piano agendo sullo stress e rendendola più calma anche a livello mentale. Tutto questo ha contribuito, per la prima volta, a ridurre in modo significativo l’acne – anche perché l’olio CBD aiuta a diminuire l’infiammazione.