23 settembre 2018
Aggiornato 04:00

Melanoma, arriva la svolta: il vaccino efficace al 100% contro le forme aggressive

Studiato per combattere anche le forme più aggressive, gli scienziati dello Scripps Research Institute hanno ottenuto risultati sopra ogni aspettativa
Il vaccino per combattere il melanoma
Il vaccino per combattere il melanoma (Ci Photos | Shutterstock)

Dall’avvento dell’immunoterapia molte cose sono cambiate. Anche per quanto riguarda la cura contro il cancro. Stiamo parlando, infatti, di una terapia decisamente più avanzata della chemio e indubbiamente dagli effetti collaterali meno devastanti. Ora, un nuovo farmaco appartenente alla stessa categoria, sembra riuscire a sconfiggere anche le forme più aggressive di melanoma. Un tumore che colpisce la pelle è che può portare a conseguenze estremamente gravi. Ecco gli eccellenti risultati ottenuti dal nuovo medicinale.

L’immunoterapia
L’immunoterapia è una nuova branca medico/farmacologica che sfrutta alcune molecole (anticorpi monoclonali) che sono in grado di attivare il sistema immunitario e istruire le cellule umane allo scopo di riconoscere quelle tumorali per poi eliminarle. Alla base di questa scienza è stato recentemente sperimentato anche un farmaco in grado di distruggere le cellule cancerose del melanoma ed evitare ricadute.

Lo studio
Lo studio è stato condotto da un team di ricercatori del Californiano Scripps Research Institute e dell'University of Texas Southwestern Medical Center. Per prima cosa gli scienziati hanno sottoposto a screening 100.000 composti che fungono da richiamo per un farmaco immunoterapico chiamato anti-PD-L1. Il medicinale funge come una sorta di tranquillante delle cellule cancerose. In pratica tali cellule non sono più in grado di disattivare il sistema immunitario umano, il quale quando funziona correttamente possiede la potenziale capacità di combattere questa temibile malattia.

Diprovocim
Dopo aver scandagliato tutti i vari composti, gli studiosi sono arrivati alla conclusione che una particolare sostanza denominata Diprovocim potrebbe essere la migliore per combattere il cancro. Questo composto possiede la peculiarità di legarsi alle proteine ​​allo scopo di aiutare a rafforzare il sistema immunitario.

I test
Per verificare in vivo se l’ipotesi dei ricercatori era corretta, hanno sottoposto a sperimentazione alcuni topi affetti da melanomi aggressivi. Metà gruppo ha ricevuto sia un’iniezione di Diprovocim che il farmaco anti-PD-L1, mentre il secondo gruppo solo quest’ultimo.

I risultati
Gli scienziati hanno verificato lo stato di salute dei topolini dopo meno di due mesi e hanno notato che quelli che avevano assunto solo il farmaco anti-PD-L1 aveva un tasso di sopravvivenza dello zero percento. Al contrario, chi aveva fatto anche un’iniezione di Diprovocim aveva un tasso di sopravvivenza pari al 100%.

Un risultato sopra le aspettative
Inutile dire che il risultato ottenuto dagli scienziati è stato al di sopra di ogni aspettativa. «Questa co-terapia ha prodotto una risposta completa - una risposta curativa - nel trattamento del melanoma. Proprio come un vaccino può addestrare il corpo a combattere i patogeni esterni, questo vaccino prepara il sistema immunitario a combattere il tumore. E’ stato emozionante vedere il vaccino lavorare contemporaneamente con un'immunoterapia contro il cancro come l'anti-PD-L1», ha spiegato Dale Boger dello Scripps Research Institute. Dopo il processo, gli scienziati hanno cercato di ripristinare il melanoma nei topi ma senza esito positivo. «L'animale è già stato vaccinato contro la malattia», spiega Boger. Insomma, i risultati sono stati più che promettenti ora la seconda fase dello studio sarà quella di «effettuare ulteriori test preclinici con questo disegno di vaccino e di studiare come funziona in combinazione con altre terapie antitumorali», concludono gli esperti. I risultati dello studio sono stati pubblicati su PNAS.

Fonti scientifiche

[1] Proc Natl Acad Sci U S A. 2018 Aug 27. pii: 201809232. doi: 10.1073/pnas.1809232115. Adjuvant effect of the novel TLR1/TLR2 agonist Diprovocim synergizes with anti-PD-L1 to eliminate melanoma in mice. - Wang Y1, Su L1, Morin MD2, Jones BT2, Mifune Y2, Shi H1, Wang KW1, Zhan X1, Liu A1, Wang J1, Li X1, Tang M1, Ludwig S1, Hildebrand S1, Zhou K3,4, Siegwart DJ3,4, Moresco EMY1, Zhang H1, Boger DL2, Beutler B5.

[2] Adjuvant effect of the novel TLR1/TLR2 agonist Diprovocim synergizes with anti–PD-L1 to eliminate melanoma in mice. Ying Wang, Lijing Su, Matthew D. Morin, Brian T. Jones, Yuto Mifune, Hexin Shi, Kuan-wen Wang, Xiaoming Zhan, Aijie Liu, Jianhui Wang, Xiaohong Li, Miao Tang, Sara Ludwig, Sara Hildebrand, Kejin Zhou, Daniel J. Siegwart, Eva Marie Y. Moresco, Hong Zhang, Dale L. Boger, and Bruce Beutler - PNAS September 11, 2018 115 (37) E8698-E8706; published ahead of print August 27, 2018 https://doi.org/10.1073/pnas.1809232115 - Edited by Dennis A. Carson, University of California, San Diego, La Jolla, CA, and approved July 2, 2018 (received for review June 28, 2018)