17 agosto 2018
Aggiornato 01:30

Incontinenza, un problema per oltre 3 milioni di donne italiane

Una malattia imbarazzante che tuttavia è diagnosticata solo in un caso su 3
Incontinenza femminile
Incontinenza femminile (Emily frost | shutterstock.com)

ROMA – C’è un disturbo ‘nascosto’, di cui si parla poco, ma che crea molto imbarazzo. E’ l’incontinenza urinaria femminile, una malattia fastidiosa che colpisce oltre 3 milioni di donne italiane. Tuttavia, è sottovalutata e, infatti, solo un terzo delle pazienti si rivolge a un medico e riceve così assistenza e cure adeguate. Nella grande maggioranza dei casi il disturbo, che mina seriamente la qualità della vita, non viene né diagnosticato né trattato.

Mai più a disagio
Per questi altri motivi, l’Associazione Italiana di Urologia Ginecologica e del Pavimento Pelvico (AIUG) scende in campo a favore del benessere femminile e promuove la nuova edizione della campagna ‘Donna = Disagio? Mai Più!’. A partire dal mese di maggio un apposito camper girerà per tutta la Penisola (in particolare nelle città di Firenze, Massa, Lucca e Pisa) per incontrare le italiane. Gli specialisti dell’AIUG, insieme alla Federazione Nazionale Collegi Ostetriche (FNOPO), andranno nei mercati Coldiretti di tutta Italia, nei supermercati e nelle piazze, di volta in volta segnalate sul sito www.aiug.eu. In ogni tappa terranno speciali lezioni di salute e distribuiranno opuscoli e altro materiale informativo.

Incontinenza e prolasso
Gli obiettivi dell’iniziativa sono sensibilizzare il pubblico femminile sui problemi legati all’incontinenza e al prolasso, fornire informazioni dettagliate su rimedi e dare consigli di prevenzione e sulla corretta igiene intima. Inoltre, sarà l’occasione per spiegare i grandi vantaggi per la salute che derivano dal trattamento chirurgico del disturbo. La campagna culminerà a Lucca il 26 maggio in occasione dell’ultima giornata del XXVII Congresso Nazionale della Società Scientifica. La campagna nazionale, giunta alla seconda edizione, anche quest’anno sarà promossa insieme alla Coldiretti. Il personale medico-sanitario dell’AIUG e della FNOPO presidierà nuovamente i mercati dell’associazione per informare la popolazione sulle problematiche della sfera uro-genitale. Durante gli incontri informativi della campagna AIUG ampio spazio sarà riservato alla promozione degli stili di vita corretti.