24 maggio 2022
Aggiornato 02:00
Insetti e malattie

Malattie da punture di zanzare, zecche e pulci sono triplicate

Secondo i CDC le malattie trasmesse da insetti e company sono triplicate nell'ultimo decennio. E sono almeno 16 queste malattie

Zanzare e malattie
Zanzare e malattie Foto: Shutterstock

STATI UNITI – I Centri di controllo e prevenzione delle malattie Usa, o CDC, hanno pubblicato un report in cui si dichiara che le malattie trasmesse all’uomo da insetti e compagnia bella come zanzare, zecche, pulci, parassiti sono triplicate negli ultimi 13 anni. Queste infezioni sono almeno 16, secondo gli infettivologi – e in certi casi possono anche essere mortali.

Il report
Il CDC di Atlanta ha reso noto che, a partire dal 2004 e fino al 2016 sono stati segnalati oltre 640mila casi di malattie causate da punture o morsi di insetti soltanto negli Stati Uniti. Senza dunque contare i milioni di casi in tutto il mondo. Nel 2004 i casi erano 27.388, mentre nel 2016 se ne sono registrati ben 96.075, un numero più che triplicato. Nel report gli scienziati del CDC hanno analizzato i dati relativi a 16 malattie trasmesse da vettori simili, e riportati al Sistema nazionale di sorveglianza delle malattie notificabili.

Le malattie trasmesse
A guidare la sconsolante classifica sono le malattie trasmesse dalle zecche, come la malattia di Lyme e l'ehrlichiosi/anaplasmosi, che rappresentano il 60% di tutti i casi d’infezione segnalati. Al secondo posto figurano le zanzare, con la trasmissione di malattie come quella del Nilo Occidentale (o West Nile Virus), la Dengue e il famoso Zika. Tra le malattie trasmesse dalle pulci, quella più diffusa è risultata la peste – anche se, a paragone con le altre, questa malattia è risultata più rara. I dati mostrano anche che vi è stato un aumento delle malattie trasmesse dai topi, oltre che dagli insetti. «I dati mostrano che stiamo assistendo a un costante aumento e diffusione di malattie trasmesse da topi e a una tendenza accelerata delle malattie trasmesse dalle zanzare introdotte da altre parti del mondo», ha dichiarato nel comunicato stampa CDC il dott. Lyle Petersen, direttore della divisione delle malattie trasmesse da vettori nel Centro nazionale per le malattie infettive emergenti e zoonotiche del CDC.

Gli scambi favoriscono la diffusione delle malattie
Secondo il CDC, l’aumento dei casi di infezioni e malattie trasmesse dagli insetti è stato favorito in parte dalla diffusione delle zanzare di altre parti del mondo, a seguito di un aumento negli scambi e nel commercio all’estero. Inoltre, nove nuovi germi diffusi da zanzare e zecche sono stati scoperti o introdotti negli Stati Uniti. Le epidemie di malattie trasmesse dalle zanzare aumentano in concomitanza con l’aumento delle temperature estive, ha detto il CDC. «Le prime linee di difesa della nostra nazione sono i dipartimenti sanitari statali e locali e le organizzazioni di controllo dei vettori, e dobbiamo continuare a migliorare i nostri investimenti nella loro capacità di combattere queste malattie», ha detto il dott. Robert R. Redfield, direttore del CDC. Una linea d’azione che ormai ogni Paese dovrebbe adottare, dato che ormai gli insetti ‘importati’ si trovano in tutto il mondo – Italia compresa. Nel frattempo, e in attesa che le autorità sanitarie prendano provvedimenti, visto che l’estate è in arrivo, gli esperti del CDC consigliano di proteggersi usando repellenti per insetti, indossando camicie a maniche lunghe e pantaloni lunghi e controllando la presenza di zecche e pulci sugli animali domestici.