25 settembre 2018
Aggiornato 18:30

Osservasalute, gli italiani fanno sempre più ricorso agli antidepressivi

I dati del Rapporto Osservasalute sulla depressione e le malattie mentali in Italia
Depressione
Depressione (Photographee.eu | shutterstock.com)

ROMA – Gli italiani alle prese con la depressione, a quanto pare sempre più diffusa. Continua infatti la crescita dei consumi di antidepressivi in Italia. Lo registra il Rapporto Osservasalute 2017 presentato a Roma. I consumi sono pari a 39,87 Dosi Definite Giornaliere-DDD per 1.000 abitanti per die nel 2016 (erano 39,6 l'anno precedente). Dopo l'aumento costante registrato nel decennio 2001-2011, il volume prescrittivo sembrava aver raggiunto nel 2012 una fase di stabilità (38,50 DDD/1.000 ab die nel 2011; 38,60 DDD/1.000 ab die nel 2012), mentre, in realtà, nel quadriennio successivo si è registrato un nuovo incremento (da 39,10 nel 2013, a 39,30 nel 2014, a 39,60 nel 2015 a 39,87 nel 2016).

Le differenze nelle Regioni
I consumi di farmaci antidepressivi più elevati per l'ultimo anno di riferimento (2016) si sono registrati in Toscana (60,96), PA di Bolzano (53,63), Liguria (53,09) e Umbria (52,06), mentre le regioni del Sud e le Isole presentano i valori più bassi (in particolare, Campania (30,59), Puglia (31,33), Basilicata (31,42), Sicilia (31,58) e Molise (31,95).