Salute | Sessualità

Intelligenza artificiale, ecco la «bambola» che migliora la sessualità di coppia

Un vero e proprio prodotto dotato di intelligenza artificiale che migliora la sessualità di coppia. Ecco come funziona

Che siano molte le coppie ad assistere a una profonda crisi dal punto di vista sessuale, si sapeva da tempo. Ma che si arrivasse ad adottare un estraneo per migliorarla è, per tutti, una novità. L’idea è venuta a un ingegnere spagnolo esperto in robotica, il dottor Sergi Santos, il quale ha recentemente inventato una bambola dotata di intelligenza artificiale in grado di fare sesso con un uomo, seppur in maniera limitata. Ma dopo averla creata si è accorto che il prodotto da lui realizzato aveva una marcia in più: poteva migliorare anche la sessualità di coppia. Ecco perché.

La bambola che salva il tuo matrimonio
Se la coppia è in crisi ci si affida a uno psicologo, a un esperto o a un amico. Questo, per lo meno, accadeva fino a ieri. Da oggi, tutti noi abbiamo la possibilità di portare in casa una bambola che – a detta del suo creatore – potrebbe anche salvare il nostro matrimonio. Lo stesso Santos ha affermato che il suo rapporto di coppia con Maritsa Kissamitaki è stato salvato al pelo grazie al suo robot d’amore.

Soddisfazione dei desideri
Quante volte vi sarà capitato di desiderare il proprio partner ma lui/lei non era dell’umore giusto? Tutto ciò non fa altro che incrinare, giorno per giorno, il matrimonio. Tuttavia, avere qualcuno sempre a portata di mano per i momenti in cui non è possibile fare l’amore con il proprio compagno/a non è affatto male – secondo Santos. E per questo motivo che ci potrebbe venire in soccorso la bella samantha, un robot dalle sembianze di una splendida donna e in grado di soddisfare ogni più piccolo desiderio erotico. L’ingegnere spiega anche che Samantha è in grado di provare sensazioni in tutto il corpo, anche all'interno della bocca. E, in più, può dire fino a 6.000 frasi. A questo punto c’è solo da augurarsi che il robot non parli tanto quanto una donna vera.

Personalità sessuali
Il lato positivo di Samantha è che possiede tre diversi tipi di personalità, ognuna sfruttabile a proprio piacimento. La donna-robot all’occorrenza diventa una timidona o una vera e propria furia del sesso. «Un uomo vuole sentire in generale che la donna desidera ardentemente il suo corpo e se un uomo avverte che la donna non sta godendo al massimo, alla maggior parte degli uomini non piacerà fare sesso con lei. E questa è la causa di molti problemi sessuali. Se si considera me e mia moglie, ad esempio, si può notare come io ho bisogno di sesso più volte del giorno ma lei non vuole. Quindi le ho detto, 'guarda, il sesso sta rompendo già molte relazioni a causa della mancanza di sincronismo', e vorrei non mettere quella pressione nel mio matrimonio», ha dichiarato Santos a Barcroft TV. Il costo delle bambole può variare, a seconda del modello, dalle 2.000 sterline alle 5.000.

L’idea è della moglie
Nonostante sia Sergi ad avere riscontrato difficoltà nel rapporto di coppia, l’idea del robot del sesso è venuta alla moglie. Lui di professione è un ingegnere elettrotecnico e lei ha pensato di sfruttare tale capacità per produrre un’intelligenza artificiale in grado di avere rapporti sessuali. Ora la coppia gestiste un’attività autonoma denominata Synthea Amatus.

Meglio di un’amante
Secondo Maritsa, le bambole del sesso non vengono viste dalle mogli come una minaccia e ritiene che averne una in casa potrebbe risolvere ogni problema dal punto di vista sessuale. Per la precisione, ha affermato che con Samantha in casa «il mondo sarà un posto migliore».

Ma c’è solo in versione femminile?
Per par condicio, diciamo la verità, dovrebbe esserci anche un robot in versione maschile. Ma cosa ne penserebbero i maschietti se le loro donne facessero l’amore con un maschio alfa in versione robot? Lo stesso Sergi ammette che si sentirebbe geloso se sua moglie avesse rapporti sessuali con un bambolo. «Penso che mi sentirei geloso se usasse il robot del sesso maschile. Se trovassi che le piace più la bambola maschile di me, nel senso che non volesse stare più con me, divorzierei. Ma non vedo un problema per questo. Non siamo oggetti e nessuno appartiene a nessuno. Se tutti nel mondo divorziassero e prendessero una bambola del sesso, non mi dispiacerebbe. Direi, 'se hanno ottenuto quello che volevano, perché no?'», racconta Sergi.

Come sarà la penetrazione?
Essendo ancora in via di sviluppo, per il maschio alfa i creatori dei robot si stanno facendo diverse domande. «Credo che, per quanto riguarda la penetrazione, sia quasi la stessa cosa. L'unica cosa è forse il calore corporeo, ma puoi riscaldarlo», spiega Maritsa.

Non solo per le coppie
I Robot dell’amore potrebbero non essere utilizzati solo per salvare i matrimoni ma anche – e soprattutto – per le persone costrette a stare sole. «Ci sono persone che, per diversi motivi, non hanno una persona nella loro vita, sono socialmente imbarazzanti o non hanno una vita sociale. Ma ci sono anche persone con vite sociali, che si sentono sole. È bello vedere che stai aiutando le persone in qualche modo a non essere più sole», continua Maritsa. D’altro canto «con le coppie, penso che finché c'è fiducia nella relazione e rispetto reciproco, l'introduzione di una bambola è qualcosa che può aiutare. Anche se sei compatibile in tante altre cose con il tuo partner, ma non dal punto di vista sessuale, una bambola può essere un elemento complementare e può essere una soluzione. Come è Samantha ora, non c'è nulla di cui essere gelosi. Molto presto si evolverà».