19 settembre 2018
Aggiornato 06:31

Morte cerebrale? Una startup intende caricare sul Cloud il cervello dei suoi clienti

Un'azienda promette di preservare per sempre il cervello, farne un backup e caricare il tutto su un cloud. Unico effetto collaterale: prima si deve morire
Cervello
Cervello (ImageFlow | shutterstock.com)

STATI UNITI – L'ultima frontiera dell'immortalità sarebbe fare un backup del proprio cervello. E poi, come si usa oggi, caricarlo su un Cloud. A offre l'immortalità è una startup chiamata Netcome che, attraverso un processo di 'vitrifixation', promette di preservare la materia grigia. Il tutto sarebbe stato già testato sui conigli.

Che cosa ti fanno
Secondo quanto comunicato dall'azienda, il cervello viene sottoposto a una sorta di imbalsamazione, dove il sangue che affluisce normalmente al cervello è sostituito con delle sostanze chimiche con proprietà di imbalsamazione. L'effetto collaterale, se così si può chiamare, è che per essere sottoposti a questo processo inevitabilmente si muore, dato che, come confermato dal co-fondatore di Netcome, il processo, chiamato criopreservazione, è «100% fatale». Il cervello, in questo caso, è come vetrificato.

I precedenti
Il processo di vitrifixation ha già ottenuto due premi dalla Brain Preservation Foundation, dopo che i due fondatori di Netcome hanno preservato con questa tecnica il cervello di un coniglio nel 2016 e un cervello di maiale nel 2018. Il cervello di questi due animali sarebbe stato mummificato a dovere, e pronto per essere (forse) risvegliato in futuro. Chi volesse mettersi in lista d'attesa per preservare il proprio cervello e poi, secondo le intenzioni dell'azienda, trovare il modo di caricare il backup sul cloud, può già farlo versando la modica cifra di 10mila dollari.

Morire per rinascere
In una sorta di reincarnazione, ma sempre con lo stesso cervello, per poter avere speranza di un giorno risvegliarlo bisogna per forza morire. Ma non morire e poi sottoporsi al trattamento, è proprio il trattamento a far morire, perché le sostanze che vanno a sostituire il sangue e a preservare la struttura neuronale, uccidono.

I clienti ideali
Vista la letalità del processo, i clienti ideali potrebbero essere coloro che vogliono per esempio morire con l'eutanasia o con il suicidio assistito. Netcome, in un comunicato afferma che i suoi servizi negli Usa non saranno attivi fino al 2021, per cui nel frattempo dovremo farcene una ragione.

Il Cloud
Se qualcuno è rimasto perplesso, e a ragione, circa la possibilità di 'caricare' sul Cloud il backup del cervello, al momento è bene sapere che Netcome non ha un metodo effettivo per fare tutto ciò. Tuttavia, pare speri di dimostrare entro il 2024 che è possibile farlo. Nel suo sito web, alla vigilia della presentazione del metodo, è scritto: «E se ti dicessimo che potremmo fare il backup della tua mente?».