18 gennaio 2020
Aggiornato 23:00
Synthol

Vuole essere come braccio di ferro, si inietta il Synthol e rischia l'amputazione delle braccia

Un ex soldato di 21 anni vuole diventare una star del web grazie ai suoi bicipiti. Ma se continuerà così a breve non avrà più le braccia

Il suo nome è Kirill Tereshin e vive in Russia da quando è nato. Come moli altri ragazzi giovani ha un sogno nel cassetto: vuole diventare una vera e propria star del web. E per farlo, vorrebbe mostrare a tutto il mondo di avere dei muscoli come il noto personaggio dei cartoni animati Popeye o braccio di ferro. Inutile dire che in realtà il giovane, anche se riuscirà nel suo intento, assisterà a conseguenze devastanti. Nel giro di breve tempo, infatti, potrebbe non avere più le braccia. Ecco perché.

Quando si rischia di perdere tutto
Ognuno di noi ha delle ambizioni diverse, più o meno irraggiungibili. Ma se per arrivare a essere qualcuno si rischia seriamente la salute o – peggio – la propria vita, allora c’è qualcosa che non va. Kirill Tereshin non è un uomo qualunque, ma un ex soldato di appena 21 anni. Un uomo che con forza e muscoli ha sempre avuto a che fare. Ma, a quanto pare, un giorno ha deciso di strafare iniettandosi una sostanza miscelata in casa. E se inizialmente ha davvero ottenuto l’effetto desiderato, dopo breve tempo ha rischiato seriamente di perdere i suoi super bicipiti.

Pericolo Synthol
Per raggiungere il suo scopo, ovvero per diventare molto simile a braccio di ferro, Kirill ha cominciato a iniettarsi una miscela fai da te molto simile al Synthol. Si tratta di un mix di oli pericolosissimi per la salute ma che, ahimè, spesso viene adoperata proprio dai culturisti. Tale sostanza gonfierebbe polpacci, bicipiti e tutto ciò che entra a contatto. Ma l’uomo sta rischiando grosso: fra breve tempo probabilmente assisterà a una paralisi o, ancor peggio, non avrà più le braccia.

Dura per anni
Secondo gli esperti, anche se smettesse di iniettarsi il Synthol oggi, questa sostanza rimarrebbe comunque in circolo per i prossimi sette anni. Ma quel che è peggio è che il 21enne non ha nessuno intenzione di fermarsi. «Molto probabilmente dovrà subire l’amputazione degli arti. A breve si svilupperanno delle infezioni che potrebbero causargli anche un ictus. La cosa brutta è che, anche se dovesse smettere immediatamente di iniettarsi quella sostanza, nei suoi muscoli ne rimarrà traccia per i prossimi cinque-sette anni», ha dichiarato il dottor Evgeny Lilin.

Le foto su Instagram
Il giovane d’altro canto continua la sua corsa verso la fama e pubblica le sue foto su Instagram dove si possono ammirare i suoi possenti muscoli. E pare che in tutto questo delirio sia riuscito a trascinare anche i suoi follower che sono arrivate a circa centomila. Ma Krill non si fermerà fino a quando non toccherà il milione.

Un caso simile
Un caso analogo fu quello del culturista statunitense Gregg Valentino. Anche lui desiderava raggiungere il record dei bicipiti più sviluppati al mondo. Tuttavia, a seguito di un uso smodato del Synthol si è dovuto scontrare con una pericolosa infezione muscolare. Tutti i tentativi farmacologici sono stati vani e il ragazzo si è visto costretto a subire un'operazione chirurgica.

Cos’è il Synthol
Si tratta di una sostanza considerata dopante che, tuttavia, non aumenta le prestazioni. La sua unica funzione, infatti, è quella di gonfiare – letteralmente – i muscoli. È composta per il 95% da acidi grassi a catena media che il corpo umano non può assimilare, ne consegue che riesce a penetrare nei muscoli facendoli ingrandire a dismisura. Per arrivare all’effetto desiderato bisogna fare iniezioni diverse volte al giorno. Tra i numerosi effetti collaterali che può provocare, su Wikipedia vengono menzionate infezioni, cisti, trombi, paralisi delle fibre muscolari e ascessi. Il Synthol ha un prezzo altissimo e per ottenere i risultati del giovane russo sarebbero stati necessari 5.700 euro. Ma trattandosi di una miscela fai da te ne ha spesi meno di 60.