27 novembre 2020
Aggiornato 09:30
Feto morto nello stomaco

Intervento choc: feto trovato morto nello stomaco di un ragazzo

Un bambino quasi completamente formato con colonna vertebrale integra, organi genitali e capelli è stato trovato nello stomaco di un 15enne. Da anni soffriva di gonfiore intestinale

Una vicenda che pare essere appena uscita dalle pagine di un romanzo di Stephen King, invece, è l’amara realtà. Un intervento chirurgico eseguito su un ragazzo che da sempre ha accusato problemi di stomaco associati a gonfiore gastrointestinale, ha evidenziato un fatto a dir poco scioccante: dentro di lui c’era un bambino mezzo formato, sfigurato e con i capelli.

Aveva 15 anni
Il ragazzo sottoposto a intervento chirurgico aveva solo 15 anni. È stato recentemente operato dai medici dell’ospedale Sultan Abdul Halim di Sungai Petani (Malesia), i quali sono rimasti allibiti di fronte alla scena. I chirurghi avevano infatti tra le mani un feto morto, quasi totalmente formato, dotato anche di capelli e organi genitali (pene).

Più di un chilogrammo
Il peso del bambino superava il chilo e mezzo e mostrava delle membra deformate. Probabilmente si era nutrito attraverso la circolazione sanguigna del ragazzo. L’incredibile caso è stato riportato sul BMJ Case Reports secondo quando dichiarato sul Daily Mail.

Dolori allo stomaco
Il giovane ragazzo da tempo accusava dolori allo stomaco particolarmente forti e gonfiore addominale. Pare che i primi sintomi si siano verificati fin dal momento della nascita. Nessun medico riusciva però a comprendere l’origine dei suoi problemi.

Un tumore?
Come sempre accade la prima cosa a cui pensano i medici è la presenza di un tumore. Alla sola palpazione, infatti, pareva esserci una piccola massa e le lastre mostravano l’evidenza di una formazione sulla parte centrale dell’addome del ragazzo. Le scansioni, più precisamente, parlavano di una «enorme massa intra-addominale» della lunghezza di 23,8 cm dovuta probabilmente alla presenza dell’intera colonna vertebrale del bambino che aveva in grembo.

Un probabile gemello
Secondo i medici, il bambino che il ragazzo aveva dentro il suo stomaco era probabilmente il suo fratello gemello che aveva inglobato prima della nascita. Tuttavia, secondo quanto riportato sul BMJ Case Reports il gemellino non era un bambino vitale, il che significa che non era in grado di vivere in modo indipendente. Non aveva bocca, cordone ombelicale o placenta. «I componenti a favore di un feto che sono stati visti all'interno della massa includono un cranio deformato, corpo vertebrale e ossa lunghe», si legge nel rapporto.

La difficoltà dell’operazione
La squadra dei medici dell’ospedale, guidata dal dottor Rashide Yaacob ha spiegato che l’operazione e l’estrazione di un gemello morto deve essere eseguita in maniera esemplare per evitare complicazioni in futuro. «C'è una possibilità di recidiva maligna se uno dei tessuti non è stato completamente eliminato. L'operazione per rimuovere il feto in foetu è un'operazione impegnativa poiché la massa è altamente vascolarizzata e con più vasche di alimentazione. La grande dimensione del feto ha reso più difficile l'intervento chirurgico poiché c'era una grande possibilità di ferirne le strutture circostanti».

Un funerale privato
Il neonato è stato restituito alla famiglia secondo specifica richiesta della madre che ha richiesto un funerale privato.

Fetus in fetu
L’anomalia presentata dal ragazzo viene definita fetus in fetu e si tratta di un’anormalità dello sviluppo embrionale. In questo caso i tessuti che devono formare un feto crescono all’interno del corpo del proprio gemello anziché autonomamente. Durante la gravidanza gemellare alcune cellule staminali vanno a insediarsi tra le cellule di un embrione in formazione differenziandosi in maniera completamente autonoma. Ciò che più stupisce è che nonostante tali feti non siano ben formati e privi di alcuni organi come cervello e cuore, possiedono un'organizzazione somatotopica degli organi in maniera simile a quella delle persone sane. L’incidenza viene stimata in un caso ogni 500.000 gravidanze gemellari.