20 luglio 2019
Aggiornato 18:00
Febbre Dengue

Ora c’è anche la Dengue: scatta l’allarme a Rossano Veneto per un contagio

A Rossano Veneto è stato segnalato un caso di febbre Dengue in un cittadino al ritorno dall'India. Le malattie tropicali pare stiano assediando l’Italia e destano preoccupazione. L'Ulss 7 dispone la disinfestazione dalle zanzare. Cos'è la Dengue e i sintomi

Zanzara tigre
Zanzara tigre Shutterstock

ROSSANO VENETO – E’ dallo scorso anno, con il problema virus Zika che le zanzare fanno parlare sempre più si sé. Sono una ‘perfetta’ macchina per il contagio, con la loro ‘siringa’ incorporata possono trasmettere nel modo più subdolo ed efficace ormai qualsiasi tipo di malattia. In sostanza sarebbero una perfetta arma da guerra biologica. Dopo i casi di Dengue a Bologna e Verona, di malaria a Trento, con la morte della piccola Sofia, quelli di West Nile e così via ecco arrivare la notizia di un caso di febbre Dengue a Rossano Veneto, in provincia di Vicenza. A esserne stato vittima sarebbe un 30enne rossanese residente in via Ramon che era tornato da un viaggio in India appena concluso. L’uomo era stato colto da febbre improvvisa e molto alta, malessere generale e dolori articolari (anche questi sintomi che possono essere confusi con quelli di un’influenza o malattie simili), per cui si è rivolto all’ospedale, dove gli è stata diagnosticata l’infezione da febbre Dengue.

Cittadini tranquilli
Nonostante le comprensibili preoccupazioni dei cittadini, il sindaco di Rossano, Morena Martini, tranquillizza: «I cittadini, però, possono stare tranquilli. I protocolli di sicurezza, che prevedono la disinfestazione, sono scattati immediatamente». Difatti la Usll 7 ha già predisposto la disinfestazione dalle zanzare nel raggio di qualche centinaio di metro dall’abitazione dell’uomo contagiato per evitare possibili trasmissioni del virus che causa la malattia. Questa, lo ricordiamo, può essere trasmessa anche dalle zanzare tigre, che ormai hanno invaso tutto il territorio italiano.
Oltre alla disinfestazione, l’amministrazione comunale ha emesso una circolare che impone di tenere le finestre chiuse, lavare bene frutta e verdura prima di consumarle, rilavare panni stesi con acqua e sapone e pulire i giochi dei bambini lasciati all’esterno. Intanto pare che le condizioni di salute dell’uomo contagiato non destino più preoccupazione.

Cos'è la Dengue
La Febbre Dengue è una malattia di origine virale. I virus responsabili dell’infezione sono 4, e sono molto simili: Den-1, Den-2, Den-3 e Den-4. Si trasmette all’essere umano per mezzo di una puntura di zanzara che ne sia infetta. Come per altre malattie di questo genere, al momento si ritiene non si possa trasmettere da essere umano a essere umano per contatto diretto. Il contagio però può avvenire per mezzo di una zanzara che punga la persona già infettata nel giro di 2-7 giorni – il periodo in cui il virus circola nel sangue della persona colpita.

Sintomi della Dengue
Facilmente confondibile con un’influenza, i sintomi compaiono dopo circa 5-6 giorni dalla puntura della zanzara e sono spesso simili: febbre anche molto alta, intensi dolori muscolari e alle articolazioni, mal di testa acuti, irritazioni della pelle, dolori attorno e dietro agli occhi, nausea e vomito. Complicanze della malattia, seppur rare, possono dare vita a una forma di febbre emorragica che provoca gravi emorragie in diverse parti del corpo. La persona colpita può essere vittima di collassi che possono portare anche alla morte. La diagnosi certa viene fatta rilevando specifici anticorpi. Per questa malattia non esiste cura specifica né vaccino.