Salute | Insufficienza Cardiaca

Pigri di tutto il mondo, ecco la pillola che fa credere al cuore di aver fatto esercizio

Gli scienziati hanno scoperto che c’è una proteina, la cardiotrofina 1, che può ingannare il cuore e farlo cresce sano, pompando anche più sangue come se si fosse fatta attività fisica. Un trucco che farà felici tutti i pigri e sedentari del mondo?

La proteina CT-1 o cardiotrofina 1 simula l'attività fisica per il cuore
La proteina CT-1 o cardiotrofina 1 simula l'attività fisica per il cuore (txking | shutterstock.com)

CANADA – Buone notizie per tutti i pigri e i sedentari del mondo. C’è un modo per replicare i benefici del fare attività fisica, ingannando il cuore. Artefice dell’inganno è una proteina chiamata cardiotrofina 1 (CT1) che induce il cuore a crescere sano e a pompare più sangue, proprio come avviene quando si fa regolare e adeguata attività fisica. La proteina, farebbe aumentare il volume del cuore in modo sano, e non come per esempio avviene in caso di insufficienza cardiaca, precisano i ricercatori e scopritori del ‘trucco’. Oltre a questo, la cardiotrofina 1 può riparare i danni cardiaci e migliorare la circolazione sanguigna. Insomma, una vera e propria panacea a beneficio di chi non vuole o non può fare attività fisica.

Il killer insufficienza cardiaca
Tra le principali cause di morte e disabilità per disturbi cardiovascolari e cardiaci, l’insufficienza cardiaca è al primo posto nei Paesi ad alto reddito. Il problema poi è in costante aumento. Questa condizione si verifica quando il cuore non riesce a pompare sangue a sufficienza per le necessità dell’organismo e per la sopravvivenza dello stesso. Spesso questa condizione compare a seguito di un evento che ha danneggiato il tessuto muscolare – per esempio un infarto.
«Quando una parte del cuore muore, i rimanenti muscoli cercano di adattarsi sempre più, ma questo avviene in modo disfunzionale e non aiuta in realtà il cuore a pompare più sangue – ha spiegato dichiarato il dottor Lynn Megeney, principale autrice dello e professore presso l’Università di Ottawa – Abbiamo scoperto che la CT1 induce i muscoli del cuore a crescere in modo più sano e stimola anche la crescita dei vasi sanguigni nel cuore. Questo aumenta in realtà la capacità del cuore di pompare il sangue, proprio come quello che si osserva con l’esercizio fisico e la gravidanza».

Lo studio
A condurre lo studio, pubblicato sulla rivista Cell Research, è stato un team di ricerca dell’Ospedale di Ottawa, dell’Università di Ottawa, dell’Università di Ottawa Heart Institute e dell’Università Carleton. I ricercatori guidati da Lynn Megeney hanno eseguito una serie di esperimenti su modello animale e su cellule coltivate in laboratorio. Suddivisi in due gruppi, sono stati testati gli effetti della proteina CT1 e di un farmaco chiamato fenilefrina (PE), che è noto per causare una crescita non sana del cuore.

I risultati
Dopo la somministrazione delle due differenti sostanze, i ricercatori hanno osservato che la cardiotrofina 1 aveva promosso la crescita di fibre cardiache più lunghe e sane, mentre al contrario la fenilefrina aveva provocato un ingrossamento anomalo del cuore, così come avviene nell’insufficienza cardiaca. Inoltre la CT-1 stimolava i vasi sanguigni a crescere intorno al nuovo tessuto muscolare cardiaco e aumentava la capacità del cuore di pompare il sangue, mentre PE non faceva tutto ciò. I ricercatori hanno poi trovato che quando viene interrotto il trattamento con la cardiotrofina 1 il muscolo cardiaco torna alla sua condizione originale, proprio come quando l’esercizio fisico o la gravidanza terminano. Al contrario, la crescita disfunzionale del cuore causata dalla PE è irreversibile.

Come avviene il processo
Nell’articolo sullo studio si legge che la CT-1 ha migliorato in modo drastico la funzione cardiaca in due modelli animali di insufficienza cardiaca: uno causato da un infarto (che colpisce il lato sinistro del cuore) e uno causato da un’elevata pressione sanguigna nei polmoni (ipertensione polmonare, che colpisce il lato destro del cuore). Si è osservato come sia la cardiotrofina 1 che la fenilefrina stimolassero entrambe la crescita del muscolo cardiaco attraverso un percorso molecolare che è stato tradizionalmente associato alla promozione del suicidio cellulare (apoptosi), ma la CT-1 ha una migliore capacità di controllare questo percorso. «Questa terapia sperimentale è molto emozionante, soprattutto perché dimostra promesse nel trattamento dell’insufficienza cardiaca sinistra e destra – ha sottolineato il dottor Duncan Stewart, cardiologo e coautore dello studio – Attualmente l’unico trattamento per un difetto cardiaco è un trapianto, e sebbene abbiamo farmaci che possono ridurre i sintomi dell’insufficienza cardiaca sinistra, non possiamo risolvere il problema, e l’insufficienza cardiaca di sinistra spesso porta a un dissesto cardiaco nel tempo».

Una sana riposta
«Un aspetto intrigante di questa ricerca è stato come la CT1 umana fosse in grado di promuovere una risposta sana alla crescita in più modelli animali – ha aggiunto il dottor Patrick Burgon, ricercatore presso l’Università di Ottawa Heart Institute – Questo suggerisce che l’azione di CT1 è universalmente conservata e ci porta molto più vicino al trovare una terapia». L’uso della CT-1 tuttavia non deve essere una scusa per non fare attività fisica, ma piuttosto un aiuto per i pazienti con insufficienza cardiaca che sono di fatto limitati nelle loro capacità di fare esercizio. Altri approfonditi studi dovranno confermare gli effetti della proteina per trattare il cuore nei casi di insufficienza cardiaca.