Sessualità

Stealthing, cos’è e come evitarlo

Un nuovo pericolosissimo trend: una violenza sessuale legalizzata. Ecco come riconoscerla e difendersi

Stealthing
Stealthing (Sakkmesterke | Shutterstock)

Ed ecco comparire, come un fulmine a ciel sereno, l’ennesima nuova ‘moda’ sessuale. Quasi come se la gente avesse bisogno di fare qualcosa di diverso per sentirsi bene. Peccato, però, che questa volta si tratta di una pratica che non viene scelta da entrambi i partner. La donna, infatti, è totalmente ignara che lo Stealthing sia in atto.

Cos’è lo Stealthing?
Purtroppo è uno dei trend del momento. E da qui si evince come l’essere umano sta in certi casi candendo sempre più in basso. La pratica dello stealthing è, sostanzialmente, dettata dall’uomo che sceglie di sfilarsi il preservativo durante il rapporto sessuale. Il tutto, senza chiedere alcun permesso alla propria donna. In questo modo la partner è tranquilla, pensando di non correre il rischio di una gravidanza indesiderata o di una malattia sessualmente trasmissibile. Invece il problema è alle porte.

Non è un fenomeno nuovo
Non si tratta di un fenomeno nuovissimo, perché inizia intorno al 2013, tuttavia negli ultimi anni si sta assistendo a una costante crescita. La prima a parlarne fu Alexandra Brodsly del Columbia Journal of Gender and Law, la quale la riteneva una moda totalmente ingiustificata che, ahimè, interessava persino gli omosessuali.

Un problema di diritti
Secondo la mente avariata delle persone che praticano lo stealthing, l’uomo avrebbe un diritto: la diffusione del suo seme. Tale diritto sarebbe imprescindibile, quindi, nessuno può vietarglielo – neppure la donna con cui ha rapporti sessuali. Il lato ancora più negativo è che su Internet esistono specifiche pagine in cui si promuove una sorta di addestramento volto a tutti gli uomini che vogliono imparare la pratica dello stealthing. Chiaramente ci vuole una certa dimestichezza nel togliere il preservativo durante un rapporto sessuale, senza che la partner se ne accorga.

Una pratica illegale ma anche pericolosa
Oltre a essere una pratica illegale – e tipica di uomini piuttosto cavernicoli – è anche molto pericolosa. E ciò che più fa ‘sorridere’ è che il pericolo non è solo per la donna, ma anche per l’uomo. Il preservativo non ha il solo scopo di evitare gravidanze ma anche di ridurre appunto al minimo il rischio di malattie sessualmente trasmissibili. Se ad ammalarsi è l’uomo, probabilmente alcune donne penserebbero a una giustizia divina. Ma c’è anche da chiedersi cosa accade, a livello legale, se la donna rimane incinta. Senz’altro l’uomo sarà costretto a pagare alimenti e cure mediche al nuovo nascituro, ma quale mamma si sentirebbe di dire al proprio piccolo che suo padre è un essere al limite tra il primitivo e il selvaggio?

Condannati per stupro
Ci sono già stati uomini condannati per stupro, dopo aver seguito la pratica di stealthing. Su Huffington Post UK viene citato il caso di un uomo di 47 anni della Svizzera. Perché è considerato stupro? Perché avere un rapporto non protetto senza che la donna ne sia consapevole è una sorta di violenza sessuale.

Come difendersi?
Senz’altro non è molto semplice difendersi dallo stealthing. Tuttavia è importante evitare di avere rapporti con uomini che si sono conosciuti da poco attraverso un social – come il caso appena citato della Svizzera. Se si tratta di una persona di dubbia fiducia è bene fare attenzione, durante il rapporto sessuale, a dove tiene le mani. Se vedete che improvvisamente sposta le braccia o fa dei gesti strani è bene verificare di cosa si tratta. A termine rapporto osservate il preservativo: se lo ha tenuto sino alla fine del rapporto sessuale è più che evidente. Se avete dei sospetti chiamate immediatamente le autorità competenti. La giustizia è possibile.