7 giugno 2020
Aggiornato 03:00
Tutto su colite o colon irritabile

Colon irritabile

Tutto sulla sindrome da colon irritabile (IBS), o colite, in sette domande e sette risposte: sintomi, cause, cure, dieta e alimentazione

1. Cos’è la Sindrome da colon irritabile?
La cosiddetta sindrome del colon irritabile (IBS, Irritable Bowel Syndrome) o colite è una condizione che interessa l’intestino e raggruppa più sintomi.

2. Quali i sintomi più comuni del colon irritabile?
Tra i sintomi più comuni vi sono dolore e crampi addominali (più di frequente localizzati nella fossa iliaca sinistra), gonfiore, costipazione o diarrea (spesso alternate), meteorismo, nausea, difficoltà digestive, alitosi e malessere generale (sia fisico che psicologico).

3. Quali le cause del colon irritabile?
Allo stato attuale delle cose ancora non si sa quale sia la causa precisa della sindrome da intestino irritabile. Alcuni medici ritengono che le persone che soffrono di questo disturbo possano avere un intestino crasso (o colon) troppo sensibile a determinate influenze, come per esempio, lo stress, l’ansia, certi alimenti o, ancora, all’attività del sistema immunitario. Altri ritengono che dietro vi possano essere problemi di parassitosi, micosi (funghi), flora batterica alterata. Alcune ricerche suggeriscono che la IBS possa essere causata da un’alterazione nella secrezione e controllo della serotonina (un neurotrasmettitore), che si trova in gran parte nello stomaco. Altri studi ipotizzano che possa anche essere la conseguenza di un’infezione batterica.

4. Come si arriva a una diagnosi di colon irritabile?
Prima di parlare di IBS è bene escludere che non si sia affetti da una qualche altra problematica o patologia: per esempio, il Morbo di Chron, la celiachia, i polipi intestinali o la colite ulcerosa. Appurato questo, sarà il medico a valutare per mezzo di un’anamnesi (ossia la presa in considerazione dei sintomi e della loro presenza nel tempo e in concomitanza di certe situazioni). Per arrivare a una diagnosi possono essere necessari esami clinici come quello delle feci, del sangue, radiografie e colonscopia.

5.Quali le cure del colon irritabile?
Poiché non si conosce la causa, e ognuno è sempre un caso a sé, le cure potranno essere risolutive per qualcuno o inefficaci per qualcun altro. Nonostante ciò, è sempre bene provarci. Esistono farmaci per il trattamento della sindrome da colon irritabile, tuttavia questi agiscono soltanto sui sintomi (stipsi, dolori, diarrea ecc.) e non sulla possibile causa: per questo motivo possono essere di sollievo per chi ne soffre, ma dovrebbero essere abbinati a un approccio che indaghi le possibili origini e intervenga su queste. E’ altresì bene tener presente che molti farmaci possono dare spiacevoli effetti collaterali. Un approccio consigliato da alcuni esperti prevede il ristabilire un ambiente intestinale sano: per esempio eliminare gli eventuali parassiti e funghi. Ristabilire una corretta e sana flora batterica. Eliminare o controllare fattori di stress e avere un maggiore controllo sull’alimentazione.

6. Quale la giusta dieta per il colon irritabile?
Trovare la dieta adatta a chi soffre di sindrome del colon irritabile non è facile. Come detto, ognuno è un caso a sé, per cui un alimento che può far male a una persona non è detto che lo faccia a un’altra; anzi, potrebbe anche essere benefico. In questi casi si va per tentativi, includendo o escludendo determinati cibi di volta in volta, per poi osservare le reazioni del corpo e i sintomi. Per essere tranquilli è bene rivolgersi a un nutrizionista.

7. Quali gli alimenti a rischio per il colon irritabile?
Anche se è difficile stabilire a priori una dieta generalizzata, vi sono comunque alcuni alimenti che sono più a rischio di altri, per chi soffre di IBS non curata.
Tra questi:

  • Latte pastorizzato
  • Dolci e dolcificanti artificiali
  • Legumi
  • Frutta tipicamente lassativa
  • Spezie irritanti
  • Caffè, tè e bevande contenenti caffeina
  • Bibite gassate zuccherate o dolcificate (light)
  • Sale o alimenti particolarmente salati
  • Bevande alcoliche

Le soluzioni
Per concludere, possiamo ricapitolare alcuni dei consigli che forniscono gli esperti per il trattamento della sindrome da colon irritabile.

  • Controllare lo stress e l’ansia: praticare forme di meditazione come per esempio la Mindfulness, lo yoga, altre forme di rilassamento.
  • Bonificare l’intestino: eliminare eventuali parassitosi, micosi, infezioni e ripristinare una corretta e sana flora batterica intestinale (o microbiota).
  • Seguire sempre e comunque una dieta sana. Ottimi, per esempio, i cibi fermentati.
  • Fare il giusto movimento (o attività fisica) come per esempio delle brevi camminate a passo svelto.
  • Non evitare i rapporti sociali, anche se questa condizione può rendere difficile la vita di tutti i giorni.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal