16 luglio 2024
Aggiornato 15:00
Rimedi verdi per dimagrire

Fungo Ganoderma, la nuova arma contro l’obesità

Un fungo utilizzato da millenni nella medicina cinese sembra essere un valido aiuto per perdere peso velocemente

TAIWAN – Uno studio pubblicato su Nature Communications ha messo in evidenza come un fungo usato da migliaia di anni nella Medicina Tradizionale Cinese (MTC) sia in grado di ridurre l’aumento di peso modificando la flora batterica intestinale.

Un potenziale farmaco contro l’obesità
I ricercatori della Chang Gung University ritengono che il Ganoderma Lucidum – alias Reishi – potrebbe essere utilizzato efficacemente nella lotta contro l’obesità. Sembra infatti che riesca a far mantenere il peso ottimale anche in chi segue una dieta ricca di grassi. La ricerca, condotta su modello animale, è riuscita a dimostrare che solo i topi che consumavano cibi ipercalorici insieme all’estratto di Reishi acquistavano poco o niente peso. La differenza con i topi che non assumevano il Reishi era di quasi 10 grammi dopo 42 giorni.

Meno peso, più salute e longevità
Già altre ricerche avevano messo in evidenza come il Reishi potrebbe mantenere uno stato ottimale di salute riducendo il rischio cardiovascolare, problemi digestivi e tumori. Ma nella loro relazione, gli studiosi della Chang Gung University aggiungono che «può essere utilizzato come probiotico per ridurre il peso corporeo, l’infiammazione cronica e la resistenza all’insulina in individui obesi».

Le antiche medicina alla ribalta
Secondo i ricercatori aggiungere il Reishi prima o dopo i pasti, altera il macrobiota intestinale in maniera positiva. Non a caso alcuni batteri intestinali sono tipici delle persone magre e altri di quelle grasse. Gli scienziati sono riusciti a dimostrare che un trapianto di feci dei topi nutriti con Reishi, su altri topi, li ha aiutati a dimagrire. Questo confermerebbe le potenzialità del fungo medicinale usato nella MTC da moltissimi anni. «Mi piace l’idea che alcune di queste storie di medicina cinese siano confermate dalla scienza».