2 agosto 2021
Aggiornato 07:30
La prossima emergenza sanitaria in Europa

Obesità: in arrivo l’epidemia. In Italia la situazione è seria

Nel 2030 l’emergenza sanitaria in Europa sarà un’epidemia di sovrappeso e obesità. Secondo l’ultimo rapporto dell’Oms, in Italia il 70% dei maschi sarà in sovrappeso e le donne saranno il 20%. Ma nel resto d’Europa le cose non vanno meglio, anzi

PRAGA – In occasione del Congresso Europeo sull’Obesità in corso a Praga, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) ha presentato le previsioni sull’incidenza di sovrappeso e obesità entro il 2030. Secondo le stime, in Italia una donna su 2 e sette uomini su 10 potrebbero divenire sovrappeso, mentre un uomo su 5 sarà obeso.

UN’EMERGENZA – Stando ai numeri presentati dall’Oms, quella dell’obesità sarà la prossima emergenza sanitaria in Europa. Già considerata una vera e propria epidemia, il problema del sovrappeso diventerà con tutta probabilità la miccia che farà innescare un’impennata nei tassi di decessi per le molte malattie collegate. Essere in sovrappeso o obesi infatti non è soltanto una questione estetica, ma un serio problema di salute.

LA SITUAZIONE IN ITALIA – La tabella compilata dall’Oms, con le previsioni della situazione «peso» nel 2030 per 57 Paesi non sono da prendere come definitive, tuttavia l’attuale tendenza fa pensare che sia probabile non ci si discosti di molto. Secondo queste proiezioni, la percentuale di donne sovrappeso passerà dal 39% del 2010 al 50% nel 2030. Le donne obese passeranno dal 10% al 15%, sempre nel corso degli stessi anni. La situazione peggiore però riguarderebbe gli uomini: in questo caso si parla di un 58% di maschi in sovrappeso nel 2010 per passare al 70% nel 2030. Gli obesi passeranno dal 12% al 20%.

MA IN EUROPA VA PEGGIO – Se le previsioni per l’Italia sono piuttosto fosche, nel resto d’Europa le cose non vanno di certo meglio. Nel 2030, secondo l’Oms, il Paese con più maschi sovrappeso sarà l’Irlanda, con un 89% (di cui quasi la metà saranno obesi). Per quanto riguarda le femmine, le più in sovrappeso saranno le belghe (89%), a pari merito con i maschi irlandesi. Infine, tra le più obese ci saranno le donne britanniche (26%). Nella classifica generale dell’Oms, i Paesi più a rischio obesità sono Grecia, Spagna, Austria, Repubblica Ceca e Svezia. Si salvano pochi Paesi e, tra questi, l’Olanda, che godrà di un’inversione di tendenza passando dall’attuale 54% di sovrappeso al 49%. «Anche se questa è solo una previsione – ha spiegato Joao Breda dell’ufficio europeo dell’Oms – e pertanto i dati vanno presi con estrema cautela, porta due messaggi molto importanti. Il primo è che la disponibilità e la qualità dei dati nei Paesi devono essere migliori, e il secondo che queste previsioni mostrano la necessità di fare di più per prevenire e combattere l’obesità».