23 marzo 2019
Aggiornato 13:00

Una tazza di caffè protegge dal melanoma

Gli scienziati dell’US National Cancer Institute hanno trovato che bere caffè può proteggere dal rischio di cancro della pelle

BETHESDA – Buone nuove per gli amanti del caffè. Bere da 1 a 4 tazze della bevanda può ridurre il rischio di sviluppare la forma più maligna di cancro della pelle: il melanoma. Ecco i risultati dello studio della Divisione Cancer Epidemiology and Genetics dell’US National Cancer Institute, pubblicato sul Journal of National Cancer Institute.

UN CANCRO TENACE – Il melanoma è il tipo di cancro della pelle più tenace e difficile da curare. Per questo motivo è anche il più temuto. I casi di melanoma maligno sono in costante aumento in tutto il mondo. Complici la mancata osservazione delle raccomandazioni dei dermatologi e l’abitudine ad abusare delle lampade abbronzanti.

DATI RILEVANTI – La dott.ssa Erikka Loftfield e colleghi del NCI hanno preso in analisi i dati dello studio NIH-AARP Diet and Health per determinare se vi fosse un’associazione tra il consumo di caffè e il rischio di melanoma cutaneo. Nello studio sono stati coinvolti quasi 450mila soggetti, con un follow-up durato ben 10 anni. Al basale (all’inizio dello studio), tutti i partecipanti erano liberi da cancro. Gli autori hanno poi preso in considerazione dati come l’esposizione ambientale residenziale alla radiazione ultravioletta, l’indice di massa corporea (BMI), l’età, il sesso, l’attività fisica, l’assunzione di alcol e il vizio del fumo.

CAFFÈ MA NON SOLO – I dati raccolti hanno così mostrato che l’assunzione di caffè è stata inversamente associata a una riduzione del rischio di melanoma maligno fino al 20%. La percentuale più alta si riscontrava in coloro che bevevano 4 o più tazze di caffè al giorno. Oltre a ciò, solo coloro che bevevano caffè con caffeina – e non decaffeinato – beneficiavano di questa protezione. Sebbene i ricercatori ritengano che bere caffè possa essere d’aiuto alla prevenzione del cancro della pelle, resta fondamentale apportate modifiche al proprio stile di vita per ottenere una maggiore sicurezza. Tra queste, esporsi con moderazione ai raggi UV, proteggere la pelle e limitare o evitare l’uso di lampade abbronzanti.