18 novembre 2019
Aggiornato 02:00
Studio della Stanford University School of Medicine

Gli scienziati trasformano le cellule della pelle in neuroni

Secondo gli esperti, queste cellule nervose rispondono correttamente agli stimoli elettrici e, attraverso le sinapsi, permettono ai neuroni di trasmettere l'impulso nervoso

ROMA - Le cellule della pelle possono essere trasformate «direttamente» in neuroni, senza dover creare cellule «indotte». Lo afferma uno studio della Stanford University School of Medicine in California, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, ripreso dal sito della BBC. Il team di ricercatori, guidato dal professor Marius Wernig, è riuscito a realizzare cellule «precursori neuronali» capaci di dare vita a tre tipi di cellule cerebrali: neuroni, astrociti e oligodendociti. Questi precursori hanno il vantaggio che, una volta creati, possono svilupparsi in laboratorio anche in gran numero. «Siamo emozionati per le possibili applicazioni in campo medico che questo studio può avere», ha detto Wernig. Secondo gli esperti, queste cellule nervose rispondono correttamente agli stimoli elettrici e, attraverso le sinapsi, permettono ai neuroni di trasmettere l'impulso nervoso.