28 ottobre 2021
Aggiornato 23:00
La rinite allergica è una delle malattie croniche più diffuse al mondo

Nuove linee guida per affrontare la febbre da fieno

In Europa l'allergia e l'asma sono le malattie croniche più comuni e, sfortunatamente, la loro incidenza è in continuo aumento

La rinite allergica è una delle malattie croniche più diffuse al mondo: ne soffrono oltre 600 milioni di persone. Ora, grazie agli sforzi congiunti all'interno della Rete europea per l'allergia e l'asma GA2LEN (Global Allergy and Asthma European Network), sono state delineate nuove linee guida per la diagnosi e il trattamento della rinite allergica.

In Europa l'allergia e l'asma sono le malattie croniche più comuni e, sfortunatamente, la loro incidenza è in continuo aumento. Secondo le statistiche ne soffre fino a un bambino su tre e, se continua l'andamento attuale, entro il 2015 metà della popolazione europea soffrirà di allergia. Per questa ragione l'UE ha finanziato la creazione di GA2LEN. Questa rete affronta tutti gli aspetti dell'asma e dell'allergia, inclusi la sua base genetica, il trattamento clinico, gli aspetti ambientali e le cause sociali.

GA2LEN è una Rete di eccellenza finanziata dall'Ue attraverso il Sesto programma quadro (6°PQ). Il 6°PQ ha finanziato la rete in pieno con 14,4 Mio EUR. Tuttavia, il finanziamento cesserà a febbraio 2009 e nell'intento di auto-sostenersi GA2LEN si baserà sul sostegno da parte del mondo dell'industria. Attualmente contribuiscono al sostegno delle attività della rete anche organizzazioni associate e sponsor.

Il professor Jean Bousquet, vicepresidente di GA2LEN e presidente di ARIA (Allergic Rhinitis and Its Impact on Asthma), ha sottolineato che «la rinite allergica e non-allergica non sono disturbi insignificanti. Incidono negativamente e in modo significativo» sulle attività giornaliere, scolastiche e lavorative dei pazienti. Inoltre, le persone che soffrono di rinite allergica hanno un rischio aumentato di sviluppare l'asma e molti pazienti con la rinite presentano anche l'asma. Anche se i pazienti si lamentano dei disturbi al naso, va controllata anche la presenza di un'eventuale asma.»

Queste linee guida pubblicate nel numero di agosto della rivista Allergy, vanno a completare la campagna lanciata da GA2LEN nel 2007 «La rinite conduce all'asma?» («Does rhinitis lead to asthma?«). Più di 200 milioni di persone soffrono sia di asma che di rinite; sfortunatamente, la rinite allergica è spesso insufficientemente diagnosticata e curata. Questa è una delle ragioni per cui queste linee guida sono così importanti.

Il dott. Chris van Weel del WONCA ha commentato: «La maggioranza dei pazienti che richiedono un consiglio medico si rivolgono agli ambulatori di medicina di base. I medici di base rivestono pertanto un ruolo importante nella diagnosi e nel trattamento adeguati della rinite allergica. Queste due brevi pubblicazioni hanno l'intento di sostenere i medici di base nella loro diagnosi e di facilitare la valutazione medica della malattia e delle scelte terapeutiche.» Nell'articolo di fondo, il dott. van Weel illustra ulteriormente il ruolo centrale delle cure di base nella diagnosi, il trattamento e la gestione della rinite allergica.

Sulla base di una ricerca sullo stato dell'arte, le linee guida illustrano in modo efficace le migliori pratiche a livello mondiale. Una proposta singolare menzionata nelle linee guida sono i questionari per la registrazione dell'anamnesi, che è fondamentale per una corretta diagnosi. Questi includono consigli su come differenziare la rinite allergica da altre malattie come il raffreddore comune e le riniti non-allergiche.

Attualmente non ci sono cure per l'allergia e l'asma, il ché comporta immensi costi in termini sia sanitari che lavorativi. Secondo la Federazione europea delle Associazioni dei pazienti con allergie o malattie delle vie aeree (European Federation of Allergy and Airways Diseases Patients' Associations), l'asma soltanto è responsabile della perdita di circa nove miliardi di giornate lavorative nell'UE.

GA2LEN deriva dal nome del medico vissuto ai tempi dell'antica Roma Galeno di Pergamo, che fu il primo a mettere per iscritto il rapporto che intercorre tra il naso e i polmoni. Le sue teorie dominarono il panorama della scienza medica occidentale per più di un millennio. Si tratta di una piattaforma multidisciplinare che abbraccia tutti gli aspetti delle malattie allergiche e che si propone di ridurre il peso dell'allergia e dell'asma e degli 80 milioni di europei che soffrono di allergie. Per raggiungere questo obiettivo, si sono riuniti 500 scienziati appartenenti a 31 istituzioni associate.

Per ulteriori informazioni:
http://www.ga2len.net/