3 dicembre 2022
Aggiornato 19:00
Assemblea Nazionale dell'ANCI

A Bergamo il plenum dei Sindaci: al Governo chiediamo attenzione

Si apre l'assemblea annuale numero 39 con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Giovedi «debutta» Giorgia Meloni. Sfilata di nuovi Ministri.

Giorgia Meloni, Presidente del Consiglio
Giorgia Meloni, Presidente del Consiglio Foto: Palazzo Chigi

BERGAMO - "Condivideremo un'idea di futuro e chiederemo al governo attenzione ai Comuni in un momento cruciale per la vita del nostro Paese». Così il presidente dell'Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, alla vigilia della XXXIX Assemblea nazionale dell'Anci, da oggi e fino al 24 novembre a Bergamo, alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per l'ottava volta a questo evento durante il suo mandato. «I sindaci hanno sempre dimostrato di avere gambe e fiato per poter correre. L'Anci è la nostra casa, e a Bergamo, sarà un po' come tornare in famiglia», ha aggiunto Decaro in un video messaggio.

«La voce del Paese. La parola alle nostre comunità» è il titolo dell'assemblea dei primi cittadini d'Italia, alla quale è stato invitato a partecipare nella tre giorni bergamasca l'intero governo, a cominciare dalla premier, Giorgia Meloni, che sarà a Bergamo giovedì 24 novembre per il suo debutto da premier con i Sindaci italiani.

Saranno quattordici i ministri che parteciperanno all'assemblea Anci: Raffaele Fitto (ministro degli Affari europei, Sud, Politiche di Coesione e PNRR), Nello Musumeci (ministro per la Protezione Civile e le Politiche del Mare), Gilberto Pichetto Fratin (ministro dell'Ambiente e Sicurezza energetica), Roberto Calderoli (ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie), Adolfo Urso (ministro delle Imprese e del Made in Italy), Giuseppe Valditara (ministro dell'Istruzione e del Merito), Matteo Salvini (ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e vicepresidente del Consiglio), Paolo Zangrillo (ministro per la Pubblica Amministrazione), Orazio Schillaci (ministro della Salute), Antonio Tajani (ministro degli Affari Esteri e vicepresidente del Consiglio), Andrea Abodi (ministro dello Sport e dei Giovani), Daniela Santanchè (ministro del Turismo), Alessandra Locatelli (ministro della Disabilità) e Matteo Piantedosi (ministro dell'Interno).

«È di grande significato che quest'anno i Comuni italiani si ritrovino per la loro assemblea nazionale a Bergamo, città simbolo delle sofferenze subite dai nostri concittadini nei mesi del Covid ma anche della loro straordinaria voglia e capacità di ripresa», ha detto Decaro.

«A Bergamo per tre giorni discuteremo del futuro del Paese e ci confronteremo sulle nostre idee e sui nostri progetti con il nuovo governo, con le altre istituzioni, con i soggetti sociali ed economici, sempre animati da spirito di collaborazione e da un approccio pragmatico ai problemi dell'Italia», ha sottolineato il sindaco di Bari.

«Sono molto grato all'Anci per aver scelto di portare a Bergamo l'Assemblea 2022: lo leggo come un generoso riconoscimento alla città, colpita duramente dall'epidemia di Covid-19 nella primavera del 2020 ma capace di grande resistenza, e poi di un grande rilancio che ha accomunato istituzioni, imprese, mondi associativi e cittadini», ha affermato il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori.

Oggi il via alle 16.30 con la relazione introduttiva del presidente dell'Anci Decaro e gli interventi, tra gli altri, del presidente del Consiglio nazionale dell'Anci, Enzo Bianco, del sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

(con fonte Askanews)