18 maggio 2022
Aggiornato 14:30
Elezioni

Massimiliano Fedriga: «Centrodestra insieme dove non ci sono personalismi»

Il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia: «A livello nazionale vedo un dibattito acceso però il percorso per arrivare al prossimo anno mi sembra ancora lungo»

Il Presidente della Regione FVG, Massimiliano Fedriga
Il Presidente della Regione FVG, Massimiliano Fedriga Foto: Regione Friuli Venezia Giulia

TRIESTE - «Devo dire che quando si parla di elezioni amministrative nella gran parte dei Comuni» il centrodestra «va insieme. Dopo ci sono situazioni peculiari di singoli territori, non date da una scelta politica ma da mancanza di compatibilità delle persone che rappresentano i singoli partiti nei singoli territori. Non sono preoccupato». Così il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga. «A livello nazionale vedo un dibattito acceso però il percorso per arrivare al prossimo anno mi sembra ancora lungo», ha poi detto Fedriga a riguardo del rapporto tra Pd e M5S.

«Ucraina? Draghi ha ragione, far dialogare USA e Russia»

«Tutelare il suo diritto di esistere, cerare di far dialogare Stati Uniti e Russia come ha detto il presidente Draghi e cerare ovviamente di arrivare alla pace che però non può tradursi in una sua resa». Questi dovrebbero essere gli impegni per l'Ucraina ad avviso del presidente della Conferenza delle Regioni e del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga.

«Io penso - ha detto Fedriga a margine di un incontro a Trieste - che sulla guerra ci sia stato un approccio ideologico da una parte e dall'altra. Noi dobbiamo essere molto pragmatici: capire quello che serve con una consapevolezza che l'Occidente e l'Alleanza atlantica rappresentano un presidio democratico fondamentale, quello cioè che ha permesso ai nostri cittadini si vivere in libertà e in prosperità».

«Gli errori - ha poi aggiunto l'Occidente nella storia li ha fatti però se partiamo da questa premessa non possiamo comparare - perchè vedo dibattiti alquanto surreali - le democrazie, le libertà e i diritti presenti in occidente con situazioni in paesi dove invece vigono oligarchie, dittature e dove la libertà è compressa. E questo dobbiamo dirlo con forza».

«Alpini? Adunate al cento per cento»

«Adunate al cento per cento». Cosi il presidente della Conferenza delle Regioni e del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga a margine di un incontro a Trieste a commento della raccolta di firme per sospendere le adunate degli alpini. «Penso che se qualcuno si è comportato male deve pagare ma mettere sotto processo, come purtroppo sta avvenendo da parte di una frangia, il glorioso corpo degli alpini lo ritengo inaccettabile. Io difendo gli alpini, li ringrazio per quello che hanno fatto e soprattutto per quello che rappresentano» ha concluso Fedriga.