14 novembre 2019
Aggiornato 07:30

Luigi Di Maio richiama all'ordine Conte: «Se va a casa il Movimento non esiste il Governo»

La dura replica del capo politico del MoVimento 5 Stelle alle parole del Premier: «No contrultimatum ma serve meno nervosismo, in politica si ascolta»

Luigi Di Maio, capo politico del MoVimento 5 Stelle
Luigi Di Maio, capo politico del MoVimento 5 Stelle ANSA

MATERA - Nessun «controultimatum» ma «se va casa il Movimento è chiaro che è difficile che possa esistere ancora una coalizione di governo». E' la dura replica del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, del Movimento 5 Stelle, all'altrettanto duro monito lanciato ieri dal presidente del Consigli, Giuseppe Conte, che aveva affermato che nel governo «dobbiamo fare squadra, chi non la pensa così è fuori».

Di Maio: «In Politica si ascolta»

«Questi toni di queste ore mi meravigliano, mi sorprendono e ci addolorano come Movimento 5 Stelle - ha detto Di Maio durante una diretta da Matera - toni che o si fa così o si va a casa fanno del male anche al Paese, fanno del male al governo. In politica ci si ascolta. In politica si prendono in considerazione le proposte della prima forza politica che regge questo governo, che è il M5S. E se va casa il Movimento è chiaro che è difficile che possa esistere ancora una coalizione di governo, anzi è quasi impossibile, quindi io mi auguro che nei prossimi giorni questi toni, queste dichiarazioni posano essere chiarite». Incalzato dai giornalisti sul se questo sia un contro ultimatum, «Secondo me non c'è nessun ultimatum né contrultimatum - ha detto Di Maio -. Credo soltanto che bisogna fare in modo che in questo governo ci sia meno nervosismo, meno prese di posizioni dure e mettere al centro le persone e non le proprie opinioni».