15 ottobre 2019
Aggiornato 12:30

Affidi illeciti, il sindaco di Bibbiano querela: c'è anche Di Maio

147 fra post sui social e e-mail dal contenuto ritenuto offensivo o minatorio nei suoi confronti: tra i denunciati c'è anche il leader del MoVimento 5 Stelle

Il leader dei 5 Stelle, Luigi Di Maio
Il leader dei 5 Stelle, Luigi Di Maio ANSA

BIBBIANO - Il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti (PD), sospeso dalla carica ed ai domiciliari con l'accusa di abuso d'ufficio e falso ideologico nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Reggio Emilia sui presunti affidi illeciti, ha presentato una querela segnalando 147 fra post sui social e e-mail dal contenuto ritenuto offensivo o minatorio nei suoi confronti: tra i denunciati - come riporta la Gazzetta di Reggio - c'è anche il leader del M5S Luigi Di Maio per un post diffuso su Facebook (prima della crisi del governo Lega-5 Stelle e del recente patto con il PD) in cui Di Maio criticava il Pd e lo stesso primo cittadino per lo «scandalo di Bibbiano».

Al via esame pdl per commissione d'inchiesta

«L'ufficio di presidenza della commissione Giustizia ha disposto la calendarizzazione della proposta di legge che istituisce la commissione d'inchiesta sui fatti di Bibbiano, l'esame verrà svolto congiuntamente alla XII Commissione». E' quanto rende noto la presidente della commissione Giustizia della Camera Francesca Businarolo, deputata M5S, la quale spiega: «Nell'ambito del riordino della materia degli affidamenti sarà una inchiesta molto importante per capire cosa non funziona e va corretto affinché la tutela dei minori sia massima e per evitare i rischi dei deprecabili abusi avvenuti a Bibbiano. Naturalmente non c'è nessuna volontà di sovrapporre il nostro lavoro a quello della magistratura. Questo provvedimento è doveroso per cancellare ogni spiraglio normativo che ha consentito uno scandalo che non deve più ripetersi».