17 ottobre 2019
Aggiornato 12:00

La Lega paga la crisi, ma «scarsi» benefici per PD e M5s. Avanza Fratelli d'Italia

Il partito di Salvini, che aveva preso il 34,3% alle europee, e al 38,9% in un indagine del 30 luglio oggi scenderebbe al 33,7%. Il 41% vorrebbe tornare al voto

Matteo Salvini e Giuseppe Conte al Senato
Matteo Salvini e Giuseppe Conte al Senato ANSA

ROMA - Matteo Salvini paga la crisi di governo in termine di consensi: Secondo quanto risulta da un sondaggio Winpoll-Sole 24 Ore, la Lega che aveva preso il 34,3% alle elezioni europee e stimata al 38,9% in un indagine del 30 luglio oggi scenderebbe al 33,7%. In leggera salita invece Pd e M5S. Mentre il M5s «recupera rispetto al sondaggio di luglio e il Pd conferma la crescita che si era già manifestata negli ultimi mesi». viene spiegato tuttavia che «né l'uno né l'altro beneficiano significativamente del calo della Lega».

Costante l'avanzata di Fratelli d'Italia

Dall'indagine emerge che nelle intenzioni di voto al 25 agosto il Partito di Nicola Zingaretti riscuote il 24% dei consensi «in aumento di sette decimali di punto rispetto alla rilevazione del 30 luglio e di 1,3 punti rispetto al risultato delle europee». Il consenso del M5s è «nelle intenzioni di voto al 25 agosto del 16%, in ripresa di 1,8 punti percentuali rispetto al sondaggio del 30 luglio, ma sotto di mezzo punto rispetto alle europee». Si conferma costante l'avanzata di Fdi dal 7,4 all'8,3 mentre Fi scende se pur di poco dal 6,7 al 6,6%.

Il 41% vorrebbe tornare al voto

A parte le intenzioni di voto, il dato più interessante riguarda le preferenze degli elettori rispetto alle soluzioni della crisi di governo. La maggioranza relativa (il 41%) vorrebbe tornare al voto in autunno. Solo il 7% degli elettori leghisti e il 16% dei grillini vedono una nuova alleanza gialloverde.