21 luglio 2019
Aggiornato 04:00

Salvini sfiora il 36% dei consensi: «Non mi fido dei sondaggi anche quando sono buoni»

Così Matteo Salvini, segretario della Lega, ministro dell'Interno e vicepremier, in una diretta Facebook aperta con un riferimento alla ulteriore crescita della Lega registrata nelle ultime rilevazioni statistiche

Matteo Salvini, leader della Lega
Matteo Salvini, leader della Lega ANSA

ROMA - «Calma, umiltà, piedi ben piantati per terra: dei sondaggi non mi fido mai, né quando sono buoni né quando sono meno buoni»: così Matteo Salvini, segretario della Lega, ministro dell'Interno e vicepremier, in una diretta Facebook aperta con un riferimento alla ulteriore crescita della Lega registrata nelle ultime rilevazioni statistiche.

Senza la fiducia degli italiani questo non sarebbe possibile

«Mi fido solo della realtà e la realtà mi dice - ha osservato - che devo ringraziare tanti di voi che mi stanno ringraziando per quota cento», coloro che «magari disabile, papà o mamma di famiglia numerosa, senza futuro e senza possibilità di pagare mutuo, verranno aiutati dal governo», e i «tanti imprenditori che pagheranno meno tasse nonostante quel che dicono i professoroni e i giornalistoni»«Non siete voi a dire grazie a me ma io a dire grazie a voi, senza la vostra fiducia questo non sarebbe stato possibile», ha concluso Salvini.

Ho sentito Baglioni, spero Sanremo sia un buon festival

«Ho sentito di fiction in preparazione, il festival di Sanremo, il commissario Montalbano... fa niente, andiamo avanti facciamoci una cantatina, 'acoccolati ad ascoltare il mare'»: durante la diretta Facebook il ministro dell'Interno Matteo Salvini torna sulle critiche rivoltegli tra l'altro dal prossimo conduttore di Sanremo, Claudio Baglioni, e spiega: «Sì è vero, ci siamo sentiti al telefono, no problem, ho tanto tempo da dedicare al lavoro e non non posso passarlo a fare polemiche: spero sia un bel festival della canzone, della cultura e dell'arte italiana».