24 febbraio 2020
Aggiornato 16:30
Centrosinistra

Veltroni: «Sono angosciato: stanno tornando gli anni '30»

Il fondatore del Pd: «Non solo l'Italia ma anche l'Europa ricorda quegli anni. Stiano mettendo in discussione i pilastri della democrazia»

ROMA - «Milioni di elettori di sinistra assistono smarriti e preoccupati allo spettacolo che i loro dirigenti stanno mettendo in campo». Lo ha detto Walter Veltroni intervistato a Circo Massimo su Radio Capital. «Con Pier Luigi Bersani mi sono confrontato. Se si continua sulla strada della divisione il rischio è che si creino una Margherita da un lato e un Ds 'bonsai' dall'altro - ha aggiunto -. Se i protagonisti di queste vicende spostassero lo sguardo al futuro, capirebbero quanto sono piccole le polemiche di oggi, le divisioni di oggi».

Il ritorno degli anni '30
«Non solo l'Italia ma anche l'Europa ricorda quella degli Anni Trenta, ho cercato di dirlo dal Lingotto, la mia angoscia è che si stiano mettendo in discussione i pilastri della democrazia», ha concluso. «Sul fatto che i presidenti delle Camere esprimano posizioni politiche io non ho nulla da dire, se non per il fatto che in questo momento vorrei che tutti quanti avessero la consapevolezza della fragilità di questo istante e della necessità di solidità. Abbiamo bisogno di costruttori di ponti e non di polemiche che rischiano di accentuare le divisioni» ha detto Veltroni.