27 maggio 2020
Aggiornato 17:00
La lotta al terrorismo

Gentiloni: no a equazioni improprie fra immigrazione e terrorismo

Secondo il premier, che ha presentato di dati della Commissione sullo studio dell'estremismo jihadista in Italia non bisogna fare «equazioni improrie fra fenomeni migratori e minaccia terroristica. Abbiamo bisogno di prevenzione, di politiche migratorie sempre più efficaci»

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/01/20170105_video_11414429.mp4

ROMA - Non bisogna fare "equazioni improprie fra fenomeni migratori e minaccia terroristica». Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni dopo l'incontro con la Commissione sullo studio dell'estremismo jihadista in Italia. "Abbiamo bisogno di prevenzione - ha aggiunto - politiche migratorie sempre più efficaci che devono in modo sempre più efficace coniugare da un lato la grandissima attitudine umanitaria di soccorso e accoglienza che caratterizza il nostro Paese e contemporaneamente la capacità di avere politiche di rigore e efficacia nei rimpatri".

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal