22 marzo 2019
Aggiornato 04:30
Sant’Antonino di Susa

«Ho ucciso mio figlio, venite a prendermi»: dramma a Sant’Antonino di Susa

La telefonata shock di un dentista in pensione ai carabinieri: al termine di una lite l’uomo ha ucciso il figlio adottivo

«Ho ucciso mio figlio, venite a prendermi»: dramma a Sant’Antonino di Susa
«Ho ucciso mio figlio, venite a prendermi»: dramma a Sant’Antonino di Susa Carabinieri

SANT’ANTONINO DI SUSA - «Ho ucciso mio figlio, venite a prendermi»: sono queste le parole che Flavio Forla, un dentista di 70 anni in pensione, ha detto al centralino del 112. E’ successo a Sant’Antonino di Susa, in via Superga 5, alle ore 16:30. L’uomo ha ucciso il figlio adottivo, Giacomo, 36 anni, soffocandolo con un cavetto del computer.

L’omicidio

L’uomo, dopo aver contattato il 112, ha atteso in casa propria i carabinieri e non ha posto alcuna resistenza durante il fermo. Le ragioni del gesto le ha spiegate lo stesso Flavio Forla ai militari: il dentista in pensione, incensurato, ha ucciso il figlio al culmine di un litigio. Quello che si sa, per ora, è che il figlio soffriva di problemi depressivi. E’ morto soffocato, inutili i soccorsi. Seguiranno aggiornamenti.