18 dicembre 2018
Aggiornato 22:30

L'ultima avversaria di Salvini? È Pamela Anderson: «Lui mi ricorda il fascismo»

Incredibile ma vero: la bombastica attrice protagonista di Baywatch si è messa a twittare contro il vicepremier italiano. E lui ironizza: «Anche lei non ci sarà»

La modella, attrice e showgirl Pamela Anderson
La modella, attrice e showgirl Pamela Anderson (Sergei Ilnitsky | EPA)

ROMA«La soluzione non è più Salvini», perché con lui l'Italia sta slittando «verso una nuova forma di fascismo». E le sue misure contro gli immigrati sono «un problema europeo». Indovinello: di chi sono queste parole? Di Matteo Renzi, di Laura Boldrini, o addirittura di Angela Merkel? Nessuno di loro. Ad averle scritte su Twitter è stata nientemeno che Pamela Anderson in persona, la modella e showgirl divenuta famosa negli anni '90 per la sua partecipazione nel ruolo di sexy bagnina nella serie televisiva Baywatch, oltre che per le sue misure decisamente maggiorate di reggiseno.

Riflessioni politologiche
Incredibile ma vero, oggi l'attrice ha scoperto una passione per la politica, in particolare per quella europea, sulla quale getta il suo sguardo preoccupato. «L’Italia è un paese bellissimo che amo tanto, per il suo cibo, la sua moda, storia e arte – ha scritto la Anderson – Ma sono molto preoccupata della tendenza attuale, che mi fa pensare agli anni '30: la paura e l’insicurezza in tutti i segmenti della società, gli attacchi ai rifugiati e ai migranti, la crisi economica che si aggrava». Insomma, il nostro Paese rischierebbe una nuova dittatura. E la colpa, manco a dirlo, sarebbe del vicepremier leghista, non molto migliore di quel presidente francese Emmanuel Macron contro il quale si scaglia quotidianamente: «Salvini ha detto recentemente che 'Macron è un problema per la Francia', come se quello che sta succedendo con le proteste dei gilet gialli fosse una cosa che preoccupa solo i francesi – prosegue – Questo è sbagliato. Quello che succede in Francia è un problema europeo, così come le misure anti-immigrati e lo slittamento verso una nuova forma di fascismo in Italia è un problema europeo. La soluzione non è più Macron o più Salvini, che hanno bisogno l’uno dell’altro e si rafforzano a vicenda. La soluzione non può che essere un risveglio pan-europeo che attraversi i confini e le nazionalità, in grado di affrontare la profonda crisi economica, sociale ed ecologica dell’Europa oggi».

Risposta social
Manco a dirlo, gli oppositori della Lega in Italia si sono subito buttati a pesce sulle frasi twittate da Pamelona, condividendole sulle proprie pagine social e commentandole, anche con inviti piuttosto impegnativi, come quella di candidarsi alle primarie del Partito democratico (del resto oggi alla disperata ricerca di leader). Quanto al diretto interessato, Salvini ha risposto con ironia, affiancando il volto della Anderson a quelli degli altri personaggi (come Maria Elena Boschi, Oliviero Toscani o Fabio Fazio) che «non ci saranno» sabato 8 dicembre al grande raduno del Carroccio a Roma, come recitano gli ormai famosi e irriverenti meme pubblicati in questi giorni sulla pagina del ministro dell'Interno. «Ahimè, con dolore, da affezionato spettatore e fan di 'Baywatch', lei questo sabato a Roma non ci sarà», ci ride sopra il segretario leghista.