15 dicembre 2018
Aggiornato 21:30

Consultazioni: Salvini “Centrodestra unito da Mattarella”, vince la linea Meloni

Alla fine il leader del Carroccio ha sposato la linea lanciata dalla presidente di Fratelli d’Italia: al prossimo giro di consultazioni si andrà uniti

I tre leader del Centrodestra: la coalizione potrebbe andare insieme da Mattarella nel prossimo giro di consultazioni
I tre leader del Centrodestra: la coalizione potrebbe andare insieme da Mattarella nel prossimo giro di consultazioni (ANSA/ANGELO CARCONI)

ROMA«Chiederò a Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni di andare insieme al Quirinale» ha annunciato in un’intervista al Tg2 Matteo Salvini. «La coalizione che ha vinto è il centrodestra» ha ribadito il numero uno della Lega Nord. Proprio al termine delle recenti consultazioni, Giorgia Meloni lanciò questa idea: «Penso che sia normale che altri giochino a dividerci ma è altrettanto normale che noi ci rendiamo conto che siamo la prima forza in Italia e possiamo fare le cose per gli italiani solo se restiamo uniti anche nelle nostre diversità».

Il tentativo di Di Maio
Il tentativo del leader Cinquestelle, Luigi Di Maio, nelle ultime settimane stava diventando sempre più chiaro: nelle dichiarazioni dopo l’incontro con Mattarella si è palesato definitivamente. Far rompere le alleanze nel centrodestra non riconoscendo l’unità della coalizione avrebbe permesso ai grillini di condurre sempre di più la partita riguardante la formazione del nuovo governo. «Non riconosciamo una coalizione di centrodestra» aveva affermato Di Maio che ha attaccato «si sono presentati alle elezioni con tre candidati premier e anche al Quirinale si sono presentati separati». A Di Maio sfugge, però, che un programma unico il centrodestra lo aveva eccome, composto da dieci punti tra i quali spiccavano l'abbassamento delle tasse, maggior attenzione alla sicurezza, più sostegno alla famiglia e, soprattutto, minor dipendenza dall’Europa. Su quest’ultimo aspetto, invece, i Cinquestelle hanno dimostrato di avere troppe posizioni ambigue se non addirittura contraddittorie.

Uniti da Mattarellam ok anche da Berlusconi
Anche Berlusconi, alla fine, ha accettato di presentarsi come coalizione dal Capo dello Stato. "Alle prossime consultazioni per la formazione del nuovo Governo il centrodestra si presenterà al Quirinale unito con Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni" è quanto ha scritto il numero uno di Forza Italia in una nota.La scelta sarebbe arrivata al termine di una riflessione da parte di Berlusconi assieme al partito, sul merito di tornare al Quirinale alle prossime consultazioni con una delegazione unica del centrodestra. Da Fratelli d'Italia si fa notare che è stata la stessa Giorgia Meloni a proporre che il centrodestra si presenti con delegazione congiunta nel secondo giro di consultazioni al Quirinale. La presidente di FdI lo aveva proposto proprio al termine del suo colloquio con Sergio Mattarella mercoledì scorso e ora la linea è stata ripresa da Salvini.