6 dicembre 2019
Aggiornato 22:00
Appuntamenti

Eventi a Firenze, 9 cose da fare il 10 e l'11 marzo

Pitti Taste e Fuori di Taste sono i due eventi del weekend ma non mancheranno spettacoli concerti e tanto altro. Ecco cosa vi attende e come fare per non perdere il meglio

Firenze, 9 cose da fare il 10 e l'11 marzo
Firenze, 9 cose da fare il 10 e l'11 marzo Shutterstock

FIRENZE – Gusto, spettacolo, musica, danza e tanto altro. Ecco qualche consiglio per non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti del fine settimana fiorentino.

Pitti taste
Dal 10 al 12 marzo torna alla Stazione Leopolda Pitti Taste. Il salone del gusto come ogni anno porterà a Firenze le novità più interessanti riguardanti cibo e bevande. «In viaggio con le diversità del gusto», il salone di Pitti Immagine dedicato alle eccellenze della food culture e del lifestyle legato al cibo di qualità: per una settimana all’anno Pitti Taste è Firenze, e Firenze è Pitti Taste. Diventato evento di riferimento per il suo pubblico numerosissimo di professionisti del settore e di gourmand, Taste mette in scena le novità di 400 aziende partecipanti (numeri in crescita rispetto ai 380 espositori all’ultima edizione), una selezione delle migliori realtà italiane del cibo di qualità e dell’enogastronomia contemporanea – ma anche di oggetti di food & kitchen design, capi e attrezzature tecniche per la cucina, il tutto condito e arricchito da presentazioni, eventi e dibattiti sui temi più contemporanei della tavola. Novità e tema di questa edizione è l’approfondimento sul foraging, che ispirerà l’allestimento e l’atmosfera del salone: cercare, riconoscere, raccogliere e cucinare con le piante selvatiche. Ogni nuova edizione di Taste è un viaggio attraverso cibi, vini, oggetti e idee, alla scoperta delle molteplici dimensioni in cui oggi si esprime e si sperimenta il gusto. Con un set di allestimento coinvolgente e d’atmosfera, curato da Alessandro Moradei, e al termine del percorso uno spazio speciale - il Taste Shop - dove acquistare i prodotti in esposizione.

Fuori di Taste
Oltre agli appuntamenti alla Leopolda, dal 10 marzo, Taste è anche il ricco programma di eventi del gusto che coinvolge la città per tutta la settimana del salone. Fuori di Taste a ogni stagione riesce ad animare Firenze e i suoi luoghi più famosi e curiosi con cene, degustazioni a tema, installazioni, spettacoli e performance, talk e nuovi modi conviviali di interpretare il food: un programma fitto di appuntamenti che registrano un successo e una partecipazione crescenti, e che ogni anno riserva belle sorprese. Questi alcuni dei luoghi in città coinvolti da questa edizione di FuoriDiTaste: Riccardo Barthel, De’ Frescobaldi Ristorante & Wine Bar, Four Seasons Hotel, Il Borro Tuscan Bistro, La Bottega del Buon Caffè, La Ménagère, Hotel Villa Cora, Ristorante La Buona Novella, In Fabbrica, Il Santo Bevitore, Locale Firenze, Obicà Mozzarella Bar, Olivia, Ora d’aria, Truffle Restaurant Savini Tartufi, Buonerìa, Simbiosi Organic, Calistro, Badalì Osteria… e tanti altri

Swing
Sabato 10 marzo, alla Libreria Cafè la Citè, gli «Speak easy». Un repertorio di grandi song della tradizione americana, brani resi indimenticabili dalle voci dell'era dello Swing, rivivono nell'interpretazione intima e calda di questo quartetto. Gli «Speak easy» sono: Luciana Capasso voce, Luigi Gallucci chitarra, Alessandro Geri contrabbasso, Michele Andriola batteria.

A teatro
Al Teatro Monni di Campi Bisenzio, sabato 10 marzo, in scena «La vedova scaltra», quattro spasimanti di varie nazionalità corteggiano una giovane e ricca vedova veneziana, Rosaura: è la trama de La vedova scaltra, storico capolavoro di Carlo Goldoni che rappresenta il punto di passaggio tra la commedia delle maschere e la commedia di carattere. La brillante pièce, opera ricca di situazioni esilaranti e colpi di scena, nella quale regnano inganni, travestimenti ma soprattutto il gusto di mettere a confronto ridendone usi e costumi di culture europee differenti, viene proposta per la nuova regia di Gianluca Guidi, con protagonisti Francesca Inaudi e Giuseppe Zeno. Due star televisive reduci da fortunate fiction popolari come Tutti pazzi per amore e Una pallottola nel cuore (Inaudi), «Il Paradiso della signore»e «Baciato dal sole»(Zeno). Accanto a loro Fabio Ferrari e Renato Cortesi. «Anticipando La Locandiera», per Rosaura Goldoni tratteggia un personaggio femminile di rara arguzia e intelligenza, sorprendentemente moderno per la sua intraprendenza e razionalità. L’allestimento, mantenendo intatto il testo e il linguaggio goldoniano, sottolinea il femminismo ante litteram (è troppo barbara quella legge che vuol disporre del cuore delle donne a costo della loro sventura) e la modernità di Rosaura che si prende gioco dei vizi dei suoi pretendenti e attraversa i ponti delle varie epoche in un gioco teatrale che arriva ai nostri giorni per suggerire l’evoluzione della donna e lo smascheramento sia della menzogna che della macchina teatrale.

Commedia
Al Teatro Puccini, sabato 10 marzo, in scena «Finchè giudice non ci separi». Lo spettacolo analizza ma allo stesso tempo ironizza sul difficile tema della separazione trascinando lo spettatore, attraverso sensi di colpa, arrabbiature, disperazione, ironia e sarcasmo, all’interno di una divertente vicenda piena di colpi di scena. Luca Angeletti, Augusto Fornari, Toni Fornari, e Simone Montedoro danno vita ai quattro amici interpretando, ognuno a proprio modo e con caratteristiche e comportamenti completamente diversi, le difficoltà che sono costretti ad affrontare. L’inaspettata e sorprendente presenza della vicina di casa di uno di loro, interpretata da Laura Ruocco, stravolge il già precario equilibrio del gruppo e costringe tutti alla riflessione.

Musica live
All'Auditorium Flog, sabato 10 marzo, i «Fast animals and slow kids» con il «Forse lo è davvero» il tour finale. «Torniamo sui palchi. In fondo è tutto molto semplice. Grandissime congetture, enormi strategie di marketing d’assalto, complessi studi mediatici ma la verità è che ci manca semplicemente il palco e vogliamo suonare fino a perdere il respiro, fino all’ultima goccia di sudore, prima che il tempo possa farci perdere tutta la rabbia che mettiamo in ogni singola nota».

Mercanzie in piazza
Domenica 11 marzo dalle 9 e per l'intera giornata per le vie centrali di San Piero a Sieve sarà allestito un grande mercato di oggetti di piccolo artigianato e vintage e prodotti agricoli biologici a km 0. Un'occasione per acquistare oggetti unici e particolari e prodotti alimentari del territorio mugellano. In questo contesto si inserirà anche l'iniziativa dello Svuota Cantine, che vuole porre l'accento sui temi del riuso e riciclo, dando a chiunque volesse partecipare la possibilità di farlo vendendo o scambiando i propri oggetti.

Concerti
Alla Libreria Cafè la Citè , domenica 11 marzo, il live di «Migrazioni inverse», Un trio che vede l'incontro di diverse tradizioni, come Africa, India e Ile da la Reunion, viste da altri occhi con un'appartenenza culturale del nostro mondo occidentale. Una migrazione inversa dal punto di vista musicale e artistica. Questo è il Viaggio di Dario Castiello alla kora, Francesco Gherardi alle tabla e, direttamente da Palermo, Alessandro Venza alla chitarra. Un viaggio che parla di storie antiche, miti e leggende di 3 mondi, rispettando i canoni tradizionali con grove e arrangiamenti dall'approccio moderno.

Acrobazie
Al Teatro Verdi, domenica 11 marzo, in scena «Night Garden». Strabiliante è l'unico aggettivo per descrivere la messa in scena di «Night Garden». I ballerini/acrobata compiono evoluzioni straordinarie usando non solo il proprio corpo ma anche oggetti e tute particolari che, abbinati a un uso inconsueto delle luci, creano mondi fantastici che catapultano lo spettatore nel proprio immaginario favoloso. I bambini emettono urla di stupore , gli adulti si meravigliano regredendo in quel mondo infantile, giocoso e spensierato che una volta, da piccoli, frequentavano.