20 ottobre 2019
Aggiornato 07:30
Appuntamenti

Eventi a Venezia, ecco cosa fare giovedì 1 marzo

Mostre, libri e musica. Ecco cosa vi attende in città ed una piccola guida per non perdere gli appuntamenti migliori della serata

Eventi a Venezia, ecco cosa fare giovedì 1 marzo
Eventi a Venezia, ecco cosa fare giovedì 1 marzo Shutterstock

VENEZIA – Cultura, musica, libri e molto altro. Ecco qualche consiglio per non lasciarvi sfuggire i momenti più interessanti del giovedì sera veneziano.

Mostre
Al Lace Museum, da giovedì 1 marzo, «La scuola del merletto». L’esposizione intende raccontare la nascita, lo sviluppo, il declino e la rinascita della Scuola del Merletto di Burano. Aristocrazia e politica illuminate, con il patrocinio di Margherita di Savoia, a fine ‘800 elaborarono un progetto per il rilancio del merletto veneziano con l’apertura di scuole: la prima a Burano nel 1872, recuperata un’anziana maestra superstite, Cencia Scarpariola, poi altre a Venezia, nel Litorale, in Terraferma. I decori erano tratti dai repertori del passato: si riprodussero così tutte le tipologie stilistiche, spesso con una precisione tecnica superiore alle originali, ma restando modesti i rinnovamenti iconografici ispirati ad Art Nouveau e Déco. L’attività proseguì per decenni grazie a generose commissioni dei Reali e a finanziamenti della famiglia Marcello, ma il mutare delle mode e la diminuita disponibilità finanziaria generale, stravolta dalla grande guerra, la tendenza a persistere su modelli iconografici del passato, l’altissimo costo del fatto a- mano rispetto al prodotto industriale, la concorrenza dei numerosi altri centri sorti in Italia, resero vano ogni sforzo. Nel secondo dopoguerra si realizzano solo accessori minori e souvenirs per il turismo e negli anni Settanta cominciarono a scomparire scuole e laboratori. Un decennio dopo, però, l’iniziativa di un Consorzio voluto da enti pubblici e privati, dalla Fondazione Adriana Marcello, portò nel 1981 all’apertura del Museo della Scuola, ad una serie di mostre tematiche di successo e all’organizzazione di corsi teorico-pratici sull’arte del merletto di Venezia e Burano, per impedirne ancora una volta l’oblio.

Libri
Giovedì 1 marzo alle 20 alla Libreria Marco Polo-S.Margherita il regista Sergio Basso ci racconta «Cessi Pubblici». Una delle ultimi creazioni di Guo Shixing è Cesuo [Bagni pubblici] allestito al Capital Theatre di Pechino nel 2004. L’evoluzione della Pechino nella seconda metà del Novecento è raccontata impietosamente attraverso un cesso pubblico, il suo custode, i frequentatori del quartiere: chi fa carriera, chi si arrampica socialmente, chi naufraga nonostante tutte le buone intenzioni, chi si perde e chi si reinventa. Chi svende i propri sogni e chi resiste, spezzandosi. Uomini e donne. Dagli anni Settanta ai giorni nostri. Dalla rivoluzione culturale al Grande Decollo Economico. Il tutto in soli tre giorni: uno nel 1975, uno nel 1985, uno nel 1995. La Cina si guarda allo specchio in questo testo e che si rivela un’immane metafora della crisi economica e sociale contemporanea, del bivio tra collettività ed individualismo. E ha qualcosa da dire anche all’Occidente. Il copione è inedito in Occidente; la traduzione dal cinese è del regista Sergio Basso.

Musica live
Al Vapore Bar, alle 21, il live dei «People Flower's». Giovanni Gottardi voce, Alessandro Quarta chitarra. I «People Flower's» sono un duo acustico che porta brani inediti dopo il rilascio del loro primo EP omonimo in cui si rivede l'ispirazione al cantautorato italiano. Oltre ai loro inediti portano sul palco cover di canzoni storiche e nuove della scena rock, soul e pop (da Stevie Wonder a John Mayer passando per Ed Sheeran).