2 giugno 2020
Aggiornato 13:00
Appuntamenti

Eventi a Bologna, 7 cose da fare venerdì 9 febbraio

Spettacolo, comicità, cultura e musica. Ecco cosa vi attende in città e come fare per non perdere gli appuntamenti migliori dell'inizio del weekend

Bologna, 7 cose da fare venerdì 9 febbraio
Bologna, 7 cose da fare venerdì 9 febbraio Shutterstock

BOLOGNA - Teatro, concerti, risate e cultura. Ecco qualche consiglio per non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti della serata.

Ragazzi a teatro
In occasione della Giornata contro il bullismo, alle 21, al Teatro Testoni Ragazzi, in scena «Fuori gioco». Protagonisti tre adolescenti. Tre diverse personalità che entrano in relazione attraverso una rigida e pericolosa dinamica. Quelli che all’inizio sembrano scherzi tra ragazzi si trasformano in veri e propri atti di bullismo. Si innesca così un gioco malato in cui ognuno dei tre ha un ruolo ben preciso: il bullo, la vittima e lo spettatore-outsider. Un microcosmo che riflette un meccanismo sociale in cui diventa impossibile cambiare le regole. Le azioni si ripetono esasperandosi, e la dinamica che si instaura fra i tre finisce per diventare una gabbia da cui nessuno sa più come uscire.

A teatro
Al Teatro Dehon, in scena «I migliori danni della nostra vita». Autori e interpreti dei loro spettacoli, da vent’anni Carlo & Giorgio - Carlo D'Alpaos e Giorgio Pustetto rappresentano un fenomeno unico di comicità intelligente, mai volgare, che nasce dall’osservazione del quotidiano: le dinamiche familiari, gli scontri generazionali, l’evoluzione dei costumi, fino all’attenzione ai problemi sociali, alla sanità, alle nuove emergenze ambientali, capace di portare a teatro un pubblico trasversale che in loro riconosce sé stesso, i vizi e le virtù del mondo in cui viviamo.

Musical
Al Teatro EuropAuditorium, in scena «Mamma mia!», con Luca Ward, Paolo Contincini, Sergio Muniz e Sabrina Marciano. A quasi 10 anni dal film con Meryl Streep arriva a Bologna Mamma Mia! in una nuovissima versione per la prima volta realizzata da una produzione interamente italiana. Firmata da Massimo Romeo Piparo, la commedia vedrà nel ruolo dei protagonisti maschili Luca Ward, Paolo Conticini e Sergio Muniz, nel ruolo di Donna Sabrina Marciano, affiancata da Elisabetta Tulli e Laura Di Mauro, e in quello di Sofia (Sophie) Eleonora Facchini con il suo promesso sposo interpretato da Jacopo Sarno. Una storia leggera ma non banale per un pubblico di tutte le età.

Spettacolo
Al Teatro delle Moline, in scena Poltergeist. Protagonista di questa scrittura, composta come un collage di eventi e ricordi, è una donna in stato di allerta costretta a fare i conti con le proprie paure e con quelle imposte dall’esterno. In una sorta di allenamento sempre in bilico fra lo stato vigile e quello ipnotico disegna ambientazioni, traccia traiettorie nel tempo, evoca suggestioni e stati d’animo. All’immagine visiva della scena si aggiunge un’immagine acustica. «Poltergeist è una veglia elettrica per ricordi rumorosi, per manifestazioni non autorizzate dello spirito che cercano riscatto, richiamano gli istinti, tentano di uscire da una posa scattata nel momento meno opportuno, come quella che segna il destino di una foto».

Comicità
Al Teatro Il Celebrazioni, in scena «Sento la terra girare». Teresa Mannino torna in teatro con il suo nuovo spettacolo, che ancora una volta prende ispirazione dalla sua amata Sicilia, dopo 154 date nei teatri italiani con il suo spettacolo «Sono nata il ventitré», con cui ha raccontato la sua infanzia, la sua vita e come è cambiato il mondo attorno a lei.

Commedia
Al Teatro Duse, in scena «Sorelle Materassi». Tratto dall'omonimo romanzo di Aldo Palazzeschi del 1934, lo spettacolo porta in scena le vicende delle sorelle Teresa e Carolina Materassi, ricamatrici cinquantenni con alle spalle una vita di rinunce e di lavoro. L'equilibrio familiare viene sconvolto dall'arrivo del figlio di una quarta sorella, che approfitta dell'affetto delle zie per soddisfare tutti i suoi capricci.

Musica live
Al Cortile Cafè, il live dei Botanici. «I Botanici» sono Fons, Toni, Gas e il Ciani, vengono da Benevento e suonano post-hardcore/emo con influenze indie e alternative. L'esordio avviene nel 2015 con «Demo in ciabatte», tre canzoni registrate male e una quarantina di concerti. Ad aprile 2017 esce il loro primo disco «Solstizio» per Garrincha Dischi a cui seguiranno trenta date in giro per l'Italia, condividendo il palco con diverse band come Fast Animals and Slow Kids, Management del Dolore Post-operatorio, Canova, Gazzelle, The Zen Circus e molti altri. Alla matrice post-adolescenziale ed emotiva dei testi, I Botanici intrecciano una ricercatezza musicale che li avvicina al mondo delle piante, spontaneo e complesso allo stesso tempo. Quando suonano fanno poche chiacchiere e molto rumore.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal