18 gennaio 2021
Aggiornato 02:00
Appuntamenti

Eventi a Bologna, 7 cose da fare il 20 e il 21 gennaio

Musica, spettacolo, libri e aperitivi. Ecco cosa vi attende in cttà ed una piccola guida per non perdere gli appuntamenti migliori del weekend

BOLOGNA – Dai concerti, al teatro, agli aperitivi. Ecco qualche consiglio per non lasciarsi sfuggire gli appuntamenti più interessanti del fine settimana.

Musica live
Domenica 21 gennaio, al Bravo Caffè, il live dei Tazebao sono un progetto culturalmente ambizioso ma estremamente affascinante. Sono un libero collettivo creativo in equilibrio tra musica, idealismo e arte visiva. «Opium populi»(pubblicato settembre 2017.) è il primo Album dei Tazebao in uscita a Settembre per Ma.Ra.Cash. Records «Opium Populi» è però anche un manifesto contro ogni fondamentalismo religioso ed estremismo ideologico, che parla della forza distruttiva usata contro chi non è allineato, oppure è d'intralcio al disegno di qualche potere forte. Lo fa per mezzo di uno "strumento" apparentemente anacronistico e con una vicenda lontana nel tempo: L’eresia Catara, e la nascita dell’inquisizione. Suonano: Gigi Cavalli Cocchi-Batteria (C.S.I.,Ligabue) Gianni Venturi-Voce (Altare Thotemico,Vuoto Pneumatico, Lucien Morreau &Gianni Venturi - Moloch) Valerio Venturi -Basso (Altare Thotemico) Luigi Cassarini-Tastiere Nick Soric-Chitarra (Mauro "Pat" Patelli Band,Salvatore "Salva" Cafiero).

Spettacolo
Al Teatro Dehon, sabato 20 gennaio, in scena «Sparla con me». Prende spunto dai successi televisivi di «Parla con me» Dario Vergassola nel dare titolo al suo ultimo recital dove, in effetti, presenta al pubblico i momenti più esilaranti dei suoi tanti incontri nel salotto di Serena Dandini, mentre ripercorre a ritroso la strada segnata dal calore degli amici del bar, la non semplice relazione familiare con l’impertinente suocera, la movida davanti all’unico bancomat di La Spezia, i suoi ricordi di bambino quando sognava di poter divenire un moderno Robin Hood, di quando gli fu regalato il vestito da Zorro in occasione del suo ventiseiesimo compleanno. Ma più di tutto viene messo in scena l’esilarante sconcerto di chi si rende conto che solo una risata potrà seppellire la vacuità, il silicone e il sorriso a trentadue denti.

A teatro
Al Teatro Testoni Ragazzi, sabato 20 gennaio, in scena La monaca di Monza di Giovanni Testori. La violenza del potere, l'oppressione della libertà di scelta. Il monastero come prigione da subire e feudo su cui poter regnare. La negazione della carne, schiacciata dal peso del male, che grida con violenza blasfema e disperata di essere salvata. Il processo ad una femminilità amputata, la storia di una prigionia durata tutta la vita. Dal carcere familiare al carcere monastico, dal carcere monastico al carcere penale: i tormenti di una cristiana malmessa, di una sposa di Cristo per la quale il convento equivalse alla morte. La straordinaria vicenda storica della monaca ribelle che divenne un mito letterario.

Mostre
Sabato 20 gennaio, dopo le personali del 1996 e del 2005 e le mostre con Giuseppe Gallo del 1993 e con Alfredo Pirri del 2001, Gianni Dessì torna nelle sale espositive della Otto Gallery di Bologna con la mostra «Sestante». Questa volta già dalla scelta del titolo è l’idea del viaggio, di un itinerario, a imporsi insieme alla figura per eccellenza del viandante. I sei lavori in cui la mostra si articola, di periodi diversi, divengono allora tappe di un tragitto e costellazione insieme, momenti di un orientarsi, nel tentativo di delineare il senso di un’opera, come quella di Dessì, ricca di accenti e sfumature, propria di un universo creativo in continua espansione.

Aperitivo swing
Domenica 21 gennaio, alle 19.30, al Mercato Sonato, Bologna Swing Dancers presenta Hopper Hours al Mercato. Il secondo appuntamento con i nostri Hopper Hours. Cosa c'è di meglio di un buon aperitivo swing e tanta social dance al Mercato Sonato in queste fredde serate invernali? In consolle ci sarà la vostra zia Bibi a selezionare per voi solo ottima musica, la pista è prontissima per farvi scatenare in balli sfrenati e la compagnia è ottima come sempre!

Per i più piccoli
Al Teatro Testoni Ragazzi, sabato 20 gennaio, alle 16.30 e domenica 21 gennaio, alle 10.30, dopo Cikeciak e Tiketak, una nuova storia di Piccololorso e della sua sorellina. Crikecrak, una noce si rompe. Crikecrak, un ramo del bosco si spezza. Perché questa è una storia di noci e di bosco, che ancora una volta inizia con una torta e un compleanno, anzi due: quelli di Mammalorsa e Babbolorso. «E dove le prendiamo le noci e le castagne per la torta?» chiede Piccolalorsa. «Nel bosco!». «Ma io ho paura del bosco, è buio!». «Andiamo insieme! E non ti preoccupare, tutti hanno paura di qualcosa...». Così noci e torte lasciano posto alla vera protagonista di questa storia: la paura. Il bosco fa paura, il buio fa paura, ognuno di noi ha la sua paura.

Bambini a teatro
Al Teatro Testoni Ragazzi, domenica 21 gennaio alle 16.30, Rosso Cappuccetto. Fiaba antica di cui si sono fatte diverse versioni e altrettante letture, Cappuccetto rosso è ora riavvicinata in questo progetto con tutto il rispetto che si deve a una favola classica, originale come gli elementi che la compongono e che vengono mostrati all’inizio dello spettacolo. Oggetti concreti generatori di storie, evocatori di un tempo e quasi magici nella loro semplicità: le fragole, il sasso, la torta sono i realissimi reperti di un’esposizione che i bambini possono osservare da vicino, alimentando la curiosità dello spettatore e disponendo gli animi alla riflessione sulla natura rituale della favola. Un meraviglioso abito sul quale vengono riprodotti tutti i luoghi della storia, dal bosco alla casa della nonna. Un abito-sipario dentro il quale la narratrice racconta e manipola oggetti e pupazzi utilizzando immagini forti e simboliche.