20 febbraio 2020
Aggiornato 11:00
Movimento 5 stelle

Di Maio: «Alleati con Usa. Gentiloni bis? Chiedo scatto d'orgoglio agli italiani»

Il candidato premier del M5s ha detto di non voler parlare più del presunto appoggio della Russia al suo partito

ROMA - «Io continuerò il mio rally in giro per l'Italia a parlare con tutte le persone possibili a raccontargli che cos'è il Movimento. In questi giorni di fake news su di noi, quando viene fuori la verità su di loro è molto evidente che chi ci attaccava lo faceva per coprire le sue schifezze. Oggi abbiamo saputo anche dai servizi segreti italiani che non c'è mai stata nessuna ingerenza o favoritismo russo per il Movimento 5 stelle o sul no al referendum». Lo ha detto il candidato premier del M5S, Luigi Di Maio, nel suo video a commento delle dichiarazioni del presidente della Consob, Giuseppe Vegas, nella commissione di inchiesta sulle banche, a proposito dei suoi incontri sul tema con l'allora ministra Maria Elena Boschi.

Se non avremo 40% dialogo con tutti
M5s proverà a raggiungere il 40% per governare ma se non arriverà a quella soglia avvierà "consultazioni con tutte le forze politiche» per chiedere la fiducia a un proprio governo ha detto Di Maio parlando a Radio anch'io. «Ho sempre detto che M5s si vuole prendere la responsabilità di dare un governo al paese. Col 40% ce la facciamo da soli, sennò sarà nostro dovere avviare consultazioni con tutti per avviare un governo e chiedere la fiducia sulla squadra che avremo presentato prima delle elezioni».