22 maggio 2019
Aggiornato 23:30
Governo Gentiloni

Marcia indietro di Gentiloni: «Stabilitą e crescita vanno al di lą dei governi»

Il premier: «Possono cambiare i governi, talvolta anche con una certa frequenza, ma in Italia non cambiano le scelte fondamentali»

ROMA - «La stabilità del Paese e la crescita economica vanno al di là dei cambiamenti dei governi». Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni intervenendo a Lodi all'inaugurazione del nuovo polo produttivo di ICR - Industrie cosmetiche riunite. «Il nostro Paese è fiero di ospitare grandi imprese globali. E ora che finalmente cresce, deve essere sempre più aperto alla collaborazione e agli investimenti delle grandi impese globali, alle quali abbiamo sempre detto che nel nostro Paese possono contare su amicizia e stabilità nei fondamentali. Possono cambiare i governi, talvolta anche con una certa frequenza, ma in Italia non cambiano le scelte fondamentali, scelte di apertura, di coerenza nei rapporti con gli investitori, di stabilità regolatorie» ha detto ieri il presidente del Consiglio, in visita dello stabilimento Basf di Pontecchio Marconi, a Sasso Marconi.

Fiero di avere investimenti su grandi imprese globali
Il premier ha espresso la sua soddisfazione per aver partecipato alla inaugurazione di laboratorio di ricerca: «La grande chimica - ha detto - è chiamata oggi ad alcune sfide che riguardano tutti: da un lato sostenibilità ambientale, dall'altro l'innovazione. Questo stabilimento è un segnale positivo per il territorio e anche per il paese». Qui abbiamo avuto la «conferma visiva che ricerca e produzione sono integrate, ci sono molti giovani al lavoro, una prospettiva di futuro importante. Sono fiero di avere investimenti su grandi imprese globali», ha concluso Gentiloni.