19 giugno 2019
Aggiornato 03:30
Centrosinistra

Veltroni: «Sinistra divisa apre autostrade a destra»

Il fondatore del Pd: «Ingaggiare una campagna elettorale in divisione sarebbe un atto irresponsabile in momento storico delicatissimo»

ROMA - «Il vero tema dei nostri tempi è la messa in discussione della democrazia come forma di governo. Ostia mi preoccupa più della vittoria della destra in Sicilia. Sono angosciato dal rischio che quando si saldano crisi sociale e della democrazia i rischi sono elevatissimi. E io ho paura che la sinistra non veda 'l'effetto anni trenta' che si sta producendo» . Lo ha affermato il fondatore del Pd Walter Veltroni, ospite di Lucia Annunziata a «In Mezz'ora» a Raitre.

Irresponsabile dividersi
«I fatti di Ostia come casi di cronaca auasi quotidiani di violenza sono il segno - ha detto ancora Veltroni- che ormai si sta facendo strada una semplificazione intollerabile di destra demagogica su cui si preparano le basi per la crescita di consenso destra. Non fate - dice Veltroni ai partiti della sinistra- una cosa che nella storia che verrà ricordata. Non è possibile in questo contesto spaccare il capello e odiarsi uno con gli altri. La sinistra avrebbe il dovere di stare insieme non frammnentarsi. Ingaggiare una campagna elettorale in divisione sarebbe un atto irresponsabile in momento storico delicatissimo».