3 giugno 2020
Aggiornato 06:00
Centrosinistra

Veltroni: «Sinistra divisa apre autostrade a destra»

Il fondatore del Pd: «Ingaggiare una campagna elettorale in divisione sarebbe un atto irresponsabile in momento storico delicatissimo»

ROMA - «Il vero tema dei nostri tempi è la messa in discussione della democrazia come forma di governo. Ostia mi preoccupa più della vittoria della destra in Sicilia. Sono angosciato dal rischio che quando si saldano crisi sociale e della democrazia i rischi sono elevatissimi. E io ho paura che la sinistra non veda 'l'effetto anni trenta' che si sta producendo» . Lo ha affermato il fondatore del Pd Walter Veltroni, ospite di Lucia Annunziata a «In Mezz'ora» a Raitre.

Irresponsabile dividersi
«I fatti di Ostia come casi di cronaca auasi quotidiani di violenza sono il segno - ha detto ancora Veltroni- che ormai si sta facendo strada una semplificazione intollerabile di destra demagogica su cui si preparano le basi per la crescita di consenso destra. Non fate - dice Veltroni ai partiti della sinistra- una cosa che nella storia che verrà ricordata. Non è possibile in questo contesto spaccare il capello e odiarsi uno con gli altri. La sinistra avrebbe il dovere di stare insieme non frammnentarsi. Ingaggiare una campagna elettorale in divisione sarebbe un atto irresponsabile in momento storico delicatissimo».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal