28 maggio 2020
Aggiornato 20:00
Appuntamenti

Eventi a Venezia, ecco cosa fare martedì 24 ottobre

Dalla star di Amici, all'aperitivo in musica passando per una prestigiosa serata a teatro, ecco tutto quello che c'è da sapere per non perdere gli appuntamenti più interessanti dell'inizio della settimana

Venezia, ecco cosa fare martedì 24 ottobre
Venezia, ecco cosa fare martedì 24 ottobre Shutterstock

VENEZIA – Musica, cultura, teatro e molto altro in questo inizio di settimana veneziano. Ecco i nostri consigli per non perdere gli appuntamenti migliori.

Thomas di amici firmacopie
«Nave de Vero» è lieta di annunciare il firma copie di Thomas per il suo primo album «Thomas». Il 24 ottobre alle 15. Presenta: Andrea Prada. L'album di Thomas sarà in vendita presso la libreria Mondadori di Nave de Vero a partire dal 13 ottobre. Tutti coloro che acquistano l'album «Thomas» presso la libreria Mondadori di Nave de Vero riceveranno il pass per avere accesso al firma copie. Solo la libreria Mondadori di Nave de Vero consegnerà i pass dell'evento, all'acquisto dell'album. Non sarà possibile far accedere due persone con un pass. Per informazioni: www.navedevero.it, 041 53 85 251.

Gusto e Jazz
Il Laguna Libre (Fondamenta di Cannaregio, 969) presenta Gerardo Balestrieri in concerto. L’accompagnamento musicale ad una buona cena al Laguna Libre deve essere speciale. Così nasce l’idea di dare spazio a giovani talentuosi musicisti o musicisti affermati di esibirsi con proposte musicali originali, adatte ad accompagnare l'esperienza gastronomica, la convivialità della tavola e il piacere di stare insieme. Gerardo Balestrieri è nato a Remscheid l'11 giugno del '71, attualmente vive a Venezia. Cantautore apolide, polistrumentista e interprete ha pubblicato 6 dischi. Tre presenze alla rassegna della canzone d' autore: gli album son risultati secondo disco dell' anno ai Premi Tenco 2007 - 2009 e 2013. Sul podio anche nel 2016 con l' album Canzoni Nascoste terzo album in assoluto dell' anno. Finalista anche nel 2017 con «Covers». Concerti in tutta Europa e un tour in California, collaborazioni con Daniele Sepe, Bebo Storti. Ha inciso un album con Moshem Namjoo il più importante cantautore iraniano, scritto ed eseguito dal vivo le musiche per Arturo Brachetti il famoso trasformista. Autore delle musiche e fisarmonicista nel «Teatro degli oggetti» di Fulvio Abbate. Nel 2015 ha partecipato all' incisione del disco di De Andrè «Creuza de ma» tradotto in napoletano, con la canzone Sidun. Testi sfumati e maturi, voce dinoccolata e scura Gerardo Balestrieri ama giocare con le parole senza perder di vista il ritmo e la danza. Per informazioni: info@lagunalibre.it Sito: www.lagunalibre.it Per proposte di iniziative culturali e musicali scrivere a culturaemusica@lagunalibre.it

A Teatro
Al Teatro La Fenice, dalle 19 in scena, il Don Giovanni di Mozart. Un’opera lirica in due atti di Wolfgang Amadeus Mozart. È la seconda delle tre opere italiane che il compositore austriaco scrisse su libretto di Lorenzo Da Ponte (che era al servizio dell’imperatore d’Austria), il quale attinse a numerose fonti letterarie dell’epoca. Essa precede Così fan tutte (K 588) e segue Le nozze di Figaro (K 492), e venne composta tra il marzo e l’ottobre del 1787, quando Mozart aveva 31 anni. Commissionata dall’imperatore Giuseppe II, anche a seguito del successo di Don Giovanni o sia Il convitato di pietra di Giuseppe Gazzaniga, non andò tuttavia in scena per la prima volta a Vienna, bensì al Teatro degli Stati di Praga. Don Giovanni è considerata uno dei massimi capolavori di Mozart, della storia della musica e della cultura occidentale in generale

Libri
Alla VEZ Biblioteca Civica Mestre (Piazzale Donatori di Sangue 10), Sandra Savogin, Chiara Puppini, Luisa Bellina incontrano Maria Teresa Sega, curatrice di «Voci di partigiane venete», Cierre edizioni, 2016. Trentaquattro partigiane venete raccontano di sé, ma anche delle compagne: una schiera di donne diverse per età, cultura e appartenenza che, dopo l'8 settembre 1943, hanno scelto la Resistenza contro il nazifascismo. Da allora non hanno mai smesso di battersi per affermare pace, libertà, democrazia e giustizia, quei valori in nome dei quali hanno combattuto, resistendo a violenze e deportazioni, e che vogliono trasmettere alle ragazze e ai ragazzi di oggi.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal